mercoledì, Dicembre 8, 2021
Home Blog

Un super eroe in corsia al Ruggi

0

La scorsa settimana un supereroe spiderman in visita al reparto pediatrico dell’ospedale Ruggi d’Aragona di Salerno regalando sorrisi ai piccoli bambini ricoverati.
L’attività sociale organizzata dall’associazione #Insieme #sivince di Altavilla Silentina ha voluto dedicare un momento di speranza e di gioia, donando ai piccoli eroi giocattoli e biscotti.
Cogliamo l’occasione di ringraziare per la collaborazione dell’azienda antica pasticceria artigianale “APA” di Eboli e la macelleria “il tempio delle carni” di Altavilla Silentina per la vicinanza mostrata.

Un claroloso ringraziamento va alla direzione Generale dell’ospedale e il reparto pediatrico per aver dato l’onore di fare l’attività sociale,è al grande cuore della comunità, dei tanti amici di Altavilla Silentina, Persano, Roccadaspide, Aquara,Albanella e Capaccio Paestum.
L’associazione invita a tutti a fare sinergia per i bene comune e nel motto di #Insieme #sivince

GOL GOL RAP dalla Terra di Nessuno al Coro dell’Antoniano il nuovo singolo degli ASSALTI FRONTALI

0

A cura di Thalia Mottola

Che impressione vi fa leggere “Assalti Frontali feat. Piccolo Coro dell’Antoniano”? GOL GOL RAP è il nuovo singolo degli Assalti, e gli autori più che una canzone la definiscono “discorso motivazionale” alle nuove generazioni. Il testo nasce da un’esperienza sociale e personale di Luca nei panni di Mister, durante un torneo di giovanissimi nel quartiere Centocelle Casilino con l’associazione di calcio popolare “Liberi di Giocare”. Il calcio, la partita, è il senso stesso della vita: si vince e si perde, l’importante è dare il massimo e non lasciare mai i compagni da soli, muoversi insieme, fare gruppo, combattere compatti per fare Gol! Ai rigori però gli ultimi due tiri della squadra di giovani calciatori allenati da “Mister Assalti” vanno sulla traversa. Finito, torneo perso. Una squadra disperata che andava consolata e motivata, nascono così le parole del testo, un regalo per quei ragazzi che ci avevano creduto fino alla fine.

“E se prendiamo traversa e poi ancora traversa, perché la sfortuna è perversa, la battaglia non sarà mai persa… Avanti fino al gol gol gol e poi un altro gol a ritmo di rap soul e rock’n’roll”.

“Dritto a casa” di Cala Cala è l’ascolto di questo week end

Cala Cala è il nuovo artista del roster “Macro Beats”. Cantante, autore e multi-strumentista, nella sua musica ci sono i tratti distintivi della sua età (21 anni) e della sua Terra d’origine, la Sicilia. R&B e Soul contaminati da un flow che cavalca i trend del momento.

“Dritto a casa” è il singolo d’esordio con l’etichetta Macro Beats prodotto da Gheesa.  Io consiglio di indossare le cuffiette e ascoltarlo, camminando senza meta nelle strade della vostra città, semplicemente perché questo è davvero un bel pezzo e suona bene.

Eventi da tenere d’occhio per questi week end che verranno

4/5 Dicembre MA/IN festival acustica ed elettronica e arti visive a Potenza presso il Conservatorio C.G. Da Venosa

27 Novembre Piedi ‘n Terra “musica meccanica di tradizione orale” prove a porte aperte Casa Ebiobà Castelcivita ore 20.00 con e di Hiram Salsano

25 Novembre Speciale puntata su www.potradio.it contro la violenza sulle donne, Yard Stories ore 19.00

25 Novembre Cantina delle Arti Sala Consilina “Violata” ore 21.00 evento su prenotazione. In occasione della Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne. Uno spettacolo catartico e senza veli, forte e doloroso che mostra la malvagità dell’uomo affinché possa purificarsene.

Pagani: nasce Pagus, il villaggio delle arti e della cultura popolare

0

Vincenzo Romano – il cantore pellegrino di Pagani, e’ un portatore di tradizione per eccellenza del suo territorio, da una formazione popolare legata alla forte cultura del canto e dei suoni storici devozionali, inizia la sua carriera artistica legata alla famigerata festa della “madonna delle galline” della sua citta’. In una stretta sinergia artistica con Gerardo Sinatore, scrittore e ricercatore, dal 2010 inizia un percorso stilistico attraverso la sperimentazione e la trasposizione da antico e moderno in chiave storica della musica popolare, da cui nasce la prima raccolta “mammeddio”.

Il cantore lancia un nuovo progetto: “Pagus”, il villaggio delle arti e della cultura popolare da un’idea nata in collaborazione con Laura Paolillo, anche lei artista impegnata nel settore. L’intento e’ quello di realizzare un vero e proprio centro di riferimento per tutto il mondo artistico popolare, un centro di ricerca delle tradizioni coreutiche e musicali della valle del sarno e dei monti lattari. Come ci racconta l’artista: “Pagus e’ sia un luogo fisico che metafisico, si trova nel centro storico di pagani ed è un progetto di rinascita e di produzione artistica per la valorizzazione del patrimonio tradizionale campano e del mediterraneo, un punto di contaminazione e scambi tra culture”.

Tutti i popoli della terra si raccontano attraverso i suoni, le immagini e i passi delle danze che ne richiamano antichi riti, descrivono la genesi della propria identita’. Il centro culturale Pagus puo’ essere una possibilita’ di crescita e di eterna vita di un mondo mistico e misterioso che scandisce i suoi passi attraverso il suono battente del tamburo, un nuovo slancio per il territorio e un punto nevralgico di apertura verso una cultura ad ampio raggio.

Emma Mutalipassi

DOLCETTO O…Geppetto

0

Halloween per tutti. Oltre 100 zucche e migliaia di dolci e caramelle da distribuire gratuitamente a tutti i bimbi.
A Torre del Greco una due giorni all’insegna del cuore. Un doppio evento organizzato da Lualdo Nettuno, noto come il “re del vintage di lusso” con il suo brand Mastrogeppetto, dedicato a tutte quelle famiglie che non hanno le possibilità di festeggiare insieme ai più piccoli Halloween. Il 30 ed il 31 ottobre la Traversa I Vittorio Veneto sarà chiusa al traffico ed ospiterà decine di stand con dolci , personaggi travestiti, quattro selfie box per immortalare il ricordo dell’evento.

I bambini avranno la possibilità di giocare con attrazioni e ricevere doni senza dover affrontare alcun tipo di sforzo economico. Infatti Mastrogeppetto ha deciso anche di donare tutte le zucche (commestibili) a chi abbia desiderio di portarle a casa.
Un maxi schermo inoltre permetterà a Lualdo Nettuno di intervenire in diretta nonostante costretto a casa per aver contratto il covid.

La due giorni di festeggiamenti sarà inevitabilmente all’insegna del rispetto delle normative covid.

Ancora maltempo sull’Italia

0

Ancora maltempo sull’Italia, con venti forti e temporali. E’ allerta arancione su Marche e Calabria, in Veneto stato attenzione per vento forte sulle coste. La vasta area depressionaria che sta interessando il continente europeo continuerà a determinare diverse fasi di maltempo sul nostro Paese, si legge sul sito della Protezione civile. Le precipitazioni, anche a carattere temporalesco, interesseranno parte delle regioni centro-meridionali, specie quelle del medio Adriatico e del basso Tirreno. La perturbazione sarà accompagnata da un deciso rinforzo della ventilazione su gran parte dell’Italia.

Covid: 3.235 positivi e 39 morti. Iss: dopo 7 mesi nessuna riduzione efficacia dei vaccini mRna

0

Sono 39 le vittime in un giorno, in calo rispetto alle 50 di ieri. Sono 301.773 i tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24. Ieri erano stati 322.282. Il tasso di positività è allo 1,1%, in aumento rispetto allo 0,76% di ieri.

Sono 415 i pazienti ricoverati in terapia intensiva per il Covid in Italia, 18 in meno rispetto a ieri nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri, secondo i dati del ministero della Salute sono 24 (ieri erano 18). I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 2.872, 96 meno di ieri

A sette mesi dalla vaccinazione non si registra una riduzione dell’efficacia dei vaccini Covid-19 a mRna nella popolazione generale, che rimane dell’89%. Anche contro il ricovero e il decesso la protezione resta elevata (96% e 99%) a sei mesi dalla seconda dose. Mentre si osserva una lieve diminuzione nella protezione dall’infezione (sintomatica o asintomatica) in alcuni gruppi specifici come negli immuno-compromessi o con patologie . Lo afferma il quarto report, a cura del Gruppo di lavoro ISS e Ministero della Salute che ha esaminato i dati di più di 29 milioni di persone che hanno ricevuto almeno una dose di vaccino a mRna.

Il “Generale gentiluomo” Claudio Quarta, lascia il servizio attivo

0

ROMA – Il Generale di Corpo d’Armata dell’Arma dei Carabinieri Claudio Quarta lascia il servizio attivo per la “riserva”. Lo scorso 22 aprile, compiuti i 65 anni e raggiunto il limite di età è stato collocato “in ausiliaria”, come si dice in gergo militare, salvo poi, dal 23 aprile, essere trattenuto in servizio, con il grado di Generale di Corpo d’Armata, per ulteriori 60 giorni fino al 21 giugno, data a partire dalla quale le Istituzioni statali, in primis la Benemerita, potevano ancora richiamarlo in servizio con altro prestigioso incarico! Al momento, nell’immediato, non si prevede un suo “richiamo”, ma la soluzione potrebbe non essere “definitiva”.

Agenas, Sardegna supera la soglia per le intensive (11%). Sicilia a 9%

0

La Sardegna oltrepassa la soglia massima del 10% prevista dai nuovi parametri per le terapie intensive portandosi all’11% (+1%) secondo i dati rilevati dall’Agenas e relativi al 16 agosto. Stabile, invece la Sicilia con un 9% per il tasso di occupazione delle intensive.

Per le due regioni l’incidenza dei contagi su 100 mila abitanti prevista dai parametri a 50, si attesta a livelli superiori rispettivamente a 147,3 e a 140,16. Stabile il Lazio con il 7% per le intensive ed in crescita Friuli Venezia Giulia e Piemonte dell’1% rispettivamente al 4% e al 2%.

Ucciso ex presidente consiglio comunale a Favara

0

 L’ex presidente del consiglio comunale di Favara (Agrigento), Salvatore Lupo, è stato ucciso con due colpi di pistola mentre si trovava nei pressi di un bar di via IV Novembre. Lupo è imprenditore nel settore delle residenze per anziani.

Sul posto si trovano i carabinieri che stanno ascoltando dei testimoni.

Migranti, Lamorgese: “Pronta a incontrare Salvini”

0

“Salvini chiede un incontro con me? Sono ben disponibile a qualunque tipo di incontro, io non ho mai avuto nessuna preclusione su questo. Anzi, ben volentieri”.

Lo ha detto la ministra Luciana Lamorgese replicando a distanza all’ex ministro Salvini che nei giorni scorsi ha criticato la gestione del Governo sui migranti.

“Lei pensa che tutto quello che avviene a livello di immigrazione di arrivi, di segnalazioni, di porti, che tutto questo sia un problema del ministro dell’Interno o dell’intero governo con cui mi confronto, in particolare con il presidente del Consiglio che segue personalmente tutto il dossier?”, rimarca la ministra.

Morto Gianfranco D’Angelo, l’attore aveva 85 anni

0

“L’attore Gianfranco D’Angelo è morto nella notte fra il 14 e il 15 agosto al Policlinico Gemelli di Roma dopo una breve malattia Avrebbe compiuto 85 anni il 19 agosto“. Lo fa sapere il suo ufficio stampa in una nota. Attore, comico, cabarettista, doppiatore, imitatore e cantante, era nato a Roma nel 1936.

Covid, i dati delle Regioni

0

I DATI DELLE REGIONI

SICILIA – Sono 946 i nuovi contagi di coronavirus in Sicilia secondo i dati del bollettino di oggi, 15 agosto 2021. Si registrano altri 4 morti, che portano 6.141 il totale dei decessi nell’isola dall’inizio della pandemia di covid-19. La Sicilia, a rischio zona gialla, è ancora la regione che oggi in Italia ha fatto segnare l’incremento più alto dei nuovi casi. Da ieri sono stati processati 4.531 tamponi molecolari e 4.334 tamponi rapidi. Il dato dei ricoveri negli ospedali siciliani rispetto a ieri vede un incremento complessivo di 10 unità. In terapia intensiva sono in cura 68 persone (+3 rispetto a ieri). Il dato dei guariti è pari a 393 persone. Questi i nuovi casi per provincia: 71 Agrigento, 115 Caltanissetta, 183 Catania, 25 Enna, 8 Messina, 192 Palermo, 146 Ragusa, 98 Siracusa, 108 Trapani. Le dosi di vaccino complessivamente inoculate sono 5.420.029.

CAMPANIA – Sono 473 i nuovi contagi di coronavirus in Campania secondo i dati del bollettino di oggi, 15 agosto 2021. Si registra un morto nelle ultime 48 ore, che porta a 7.640 il totale dei decessi nella regione dall’inizio della pandemia di covid-19. Da ieri sono stati processati 13.821 tamponi. I ricoverati con sintomi sono 313, mentre i pazienti in terapia intensiva sono 15 con nessun ingresso del giorno. In isolamento domiciliare si trovano 8.847 persone.

LAZIO – Sono 467 i nuovi contagi di coronavirus nel Lazio secondo i dati del bollettino di oggi, 15 agosto 2021. Si registra un morto nelle ultime 24 ore. “

“Oggi si registrano 467 nuovi casi positivi, compresi i recuperi (-116), un decesso, compresi i recuperi (-4) i ricoverati sono 456 (+2), le terapie intensive sono 67. I casi a Roma città sono a quota 217”, comunica in una nota l’Assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato.

”Nelle province si registrano 111 nuovi casi – rende noto D’Amato -. Nella Asl di Frosinone si registrano 58 nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano 0 decessi. Nella Asl di Latina si registrano 24 nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano 0 decessi. Nella Asl di Rieti si registrano 11 nuovi casi e si tratta di caso isolato a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano 0 decessi. Nella Asl di Viterbo si registrano 18 nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano 0 decessi”.

Attualmente i positivi nel Lazio sono 18.530. Le persone ricoverate in area non critica sono 456, mentre sono 67 i pazienti in terapia intensiva. Dall’inizio della pandemia di covid-19 nella regione ci sono stati 8.441 decessi.

LOMBARDIA – Sono 333 i nuovi contagi di coronavirus in Lombardia secondo i dati del bollettino di oggi, 15 agosto 2021. Si registra un morto nelle ultime 24 ore, che porta a 33.857 il totale dei decessi nella regione dall’inizio della pandemia di covid-19. Da ieri sono stati processati 9.766 tamponi. I ricoverati con sintomi sono 308, mentre sono 42 i pazienti in terapia intensiva con 7 ingressi del giorno. In tutto gli attualmente positivi nella regione sono 13.231, di cui 12.881 in isolamento domiciliare.

FRIULI VENEZIA GIULIA – Sono 61 i nuovi contagi di coronavirus in Friuli Venezia Giulia secondo i dati del bollettino di oggi, 15 agosto. Non si registrano morti nelle ultime 24 ore. Da ieri sono stati processati 4.402 tamponi. I ricoverati con sintomi sono 30, mentre sono 5 i pazienti in terapia intensiva con un ingresso del giorno. Attualmente i positivi sono in tutto 901, di cui 866 in isolamento domiciliare.

TOSCANA – Sono 725 i nuovi contagi di coronavirus in Toscana secondo i dati del bollettino di oggi, 15 agosto 2021, anticipati sui social dal presidente della regione Eugenio Giani. “I nuovi casi registrati in Toscana sono 725 su 12.231 test di cui 8.637 tamponi molecolari e 3.594 test rapidi. Il tasso dei nuovi positivi è 5,93% (13,8% sulle prime diagnosi)”, spiega Giani. Per quanto riguarda i vaccini anti covid, attualmente ne sono stati somministrati 4.507.251.

PUGLIA – Sono 184 i nuovi contagi di coronavirus in Puglia secondo i dati del bollettino di oggi, 15 agosto. Si registra un morto nelle ultime 24 ore. Da ieri sono stati eseguiti 11.910 test. I nuovi casi sono così distribuiti sul territorio: provincia Bat 48, Bari 46, Lecce 41, Foggia 31, Brindisi 8, Taranto 7, residenti fuori regione 3. Attualmente i positivi in Puglia sono 4.208: di questi, 128 sono persone ricoverate in area non critica e 22 pazienti in terapia intensiva. Dall’inizio della pandemia in Puglia sono stati registrati 259.682 casi e 6.682 decessi.

SARDEGNA – Sono 275 i nuovi contagi di coronavirus in Sardegna secondo i dati del bollettino di oggi, 15 agosto 2021. Da ieri si registrano altri 5 morti. Sono stati processati in totale, fra molecolari e antigenici, 2741 tamponi. Sono 2.231 le persone testate.

I pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva sono 21 (lo stesso numero di ieri). I pazienti ricoverati in area medica sono 134 (+3 rispetto a ieri), mentre sono 7.135 i casi di isolamento domiciliare (+ 34).

EMILIA ROMAGNA – Sono 551 i nuovi contagi di coronavirus in Emilia Romagna secondo i dati del bollettino di oggi, 15 agosto. Si registra un morto nelle ultime 24 ore. In totale, dall’inizio dell’epidemia, i decessi in regione sono stati 13.300. Da ieri sono stati eseguiti 19.816 tamponi (2,7%).

Covid oggi Italia, 5.664 contagi e 19 morti: bollettino 15 agosto

0

Sono 5.664 i nuovi contagi da coronavirus in Italia oggi, domenica 15 agosto 2021, secondo i dati – regione per regione – del bollettino della Protezione Civile. Da ieri registrati altri 19 morti, che portano a 128.432 il totale dei decessi dall’inizio dell’emergenza legata al covid-19. Nelle ultime 24 ore sono stati eseguiti 160.870 tamponi, il tasso di positività è al 3,5%. Le persone ricoverate in ospedale con sintomi sono 3.162 (+61 rispetto a ieri), mentre sono 384 i pazienti in terapia intensiva, con 29 ingressi del giorno.

Maltempo: domani temporali in arrivo al Nord

0

Dalle prime ore di domani sono attese precipitazioni sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Piemonte e Lombardia, in estensione a Veneto e Friuli Venezia Giulia, in particolar modo sui rispettivi settori settentrionali.

I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, locali grandinate, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento.

Lo prevede un’allerta meteo della Protezione civile. Valutata per domani allerta gialla per rischio temporali sul Veneto, sul Friuli Venezia Giulia e su gran parte di Lombardia e Piemonte. 
   

Kabul si arrende ai talebani

0

L’offensiva militare dei Talebani in Afghanistan è entrata nella capitale Kabul, dove questa mattina i residenti hanno riferito di spari e combattimenti, nonostante l’Emirato islamico avesse ordinato a tutte le sue forze di non entrare. I comandanti talebani hanno preso il controllo anche del palazzo presidenziale. Lo scrive la Reuters su Twitter.

E’ caos all’aeroporto di Kabul, dove, secondo la Bbc che cita testimoni, la gente corre sulle piste pur di riuscire a salire sugli aerei e lasciare il paese. L’ambasciata Usa aveva lanciato l’allarme sulla sicurezza dell’aeroporto e la Nato assicurato il suo aiuto per gestire le evacuazioni.

Figliulo: dal 16 agosto vaccini senza prenotazioni a 12-18enni

0

A partire dal 16 agosto tutti i ragazzi tra i 12 e i 18 anni potranno vaccinarsi senza dover prenotare.

È quanto scrive il Commissario per l’Emergenza Francesco Figliuolo in una lettera indirizzata alle Regioni con la quale chiede di “predisporre corsie preferenziali per l’ammissione alle somministrazioni dei cittadini” in questa fascia d’età, “anche senza preventiva prenotazione”.

Campania, il bollettino covid dell’11 agosto

0

Questo il bollettino di oggi:
(dati aggiornati alle 23.59 di ieri)

Positivi del giorno: 552
Test: 16.659
Deceduti: 1 (*) (*) 1 nelle ultime 48 ore; 3 deceduti in precedenza ma registrati ieri

Report posti letto su base regionale:

Posti letto di terapia intensiva disponibili: 656
Posti letto di terapia intensiva occupati: 15
Posti letto di degenza disponibili: 3.160 (**)
Posti letto di degenza occupati: 284
** Posti letto Covid e Offerta privata.

Sagre e fiere in piazza: no obbligo controllo green pass

Importante chiarimento dal Governo ottenuto dall’ufficio legislativo della Confesercenti Nazionale.

Il responsabile Giuseppe Dell’Aquila spiega: “Nuove FAQ del Governo su fiere e sagre e su spettacoli in luoghi aperti al pubblico. Il Governo, sul proprio sito istituzionale, ha aggiornato le FAQ in tema di Covid.
Alla domanda se per l’accesso alle sagre e fiere locali che si svolgono all’aperto senza precisi varchi d’ingresso (ad esempio per le vie e le piazze di un Comune) serva avere una certificazione verde COVID-19 e, in caso di risposta affermativa, quali siano le conseguenze in termini di responsabilità in caso di inosservanza dell’obbligo, la Presidenza del Consiglio ha risposto che (…) nel caso in cui tali eventi si svolgano all’aperto in spazi privi di specifici e univoci varchi di accesso, come, ad esempio, nelle piazze e vie pubbliche, gli organizzatori (pubblici o privati) si limitano a informare il pubblico, con apposita segnaletica, dell’esistenza dell’obbligo della certificazione verde COVID-19 per accedere alla fiera o sagra in questione. In caso di controlli a campione, sarà sanzionabile soltanto il soggetto privo di certificazione e non anche
gli organizzatori che abbiano rispettato gli obblighi informativi.

Dunque, l’obbligo di essere muniti di green pass per accedere a sagre e fiere locali non è escluso. È rimesso alla responsabilità dei visitatori esserne provvisti quando tali eventi si svolgano all’aperto in spazi privi di specifici e univoci varchi di accesso, come, ad esempio, nelle piazze e vie pubbliche. Gli organizzatori, pubblici o privati, degli eventi, devono informare il pubblico, con apposita segnaletica, dell’esistenza dell’obbligo della certificazione verde COVID-19 per accedere alla fiera o sagra in questione, ma qualora il visitatore, in caso di controlli, sia trovato non munito di green pass, sarà solo questo ad essere sanzionato, e non l’organizzatore che abbia rispettato l’obbligo informativo.

(…) L’obbligo di possedere una certificazione verde COVID-19 per accedere agli spettacoli aperti al
pubblico (…) si riferisce a luoghi che consentono, per la loro conformazione, di limitare l’ingresso da parte degli spettatori (sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche, locali di intrattenimento e musica dal vivo e altri locali o spazi anche all’aperto).

L’obbligo di possedere una certificazione verde COVID-19 non si applica, invece, nel caso in cui gli eventi si svolgano in luoghi all’aperto privi di specifici e univoci varchi di accesso, come ad esempio in piazze, vie o parchi pubblici, a cui possono accedere anche soggetti per fini diversi da quello di assistere all’evento che non è quindi destinato ad un pubblico predefinito e contenuto in spazi dedicati in modo esclusivo all’evento stesso”.

Dichiarazione del coordinatore regionale Anva Confesercenti, Aniello Ciro Pietrofesa:

“Altro risultato importante dell’ANVA Confesercenti Nazionale. Avevamo posto una domanda al Governo riguardante il green pass per le fiere: viene chiarito che per le fiere svolte su piazze e strade senza nessuna recinzione non vi è l’obbligo del controllo del green pass ma solo di apporre la segnaletica”.

Operazione “Fiumi puliti” nel salernitano

Il Coordinamento Provinciale della Guardia Rurale Ausiliaria di Salerno (in forma breve N.O.G.R.A.) ha comunicato con grande soddisfazione, in primis ai cittadini di Pontecagnano Faiano e poi ai cittadini dei comuni limitrofi, in modo particolare Battipaglia e Bellizzi che, da circa un mese, alcune pattuglie del nucleo operativo composte dal: Coordinatore della vigilanza Fortunato Antonio; Capo Zona Di Muro Carmine ‘55, responsabile del territorio comunale di Pontecagnano Faiano; l’agente Di Muro Carmine ’94; l’ispettore ambientale Di Maio Vincenzo; l’ispettore ambientale Vuocolo Mauro e il Capo Zona Principale Sabato Di Muro il quale ha diretto le operazioni sotto la supervisione del Coordinatore Provinciale Cautillo Angelo, sono impegnate nell’attività di monitoraggio di fiumi, torrenti e canali come richiesto dell’amministrazione comunale di Pontecagnano Faiano.

L’operazione denominata (Fiumi puliti “Acqua è vita”) è quasi al termine. Nel corso della nostra attività sono state rinvenute molteplici criticità. Non pubblichiamo foto e luoghi per non compromettere il prosieguo dell’operazione stessa, ma vi assicuriamo che tutto quello finora documentato è scandaloso, uno scempio contro la natura e all’essere umano.

Al termine delle indagini, ad operazione terminata, tutto il materiale raccolto sarà inoltrato alle AUTORITA’ GIUDIZIARIE competenti affinché si possa mettere fine a questo disastro ambientale.
Il N.O.G.R.A. ci tiene a precisare che c’è, per la salvaguardia dell’ambiente e non solo. Da sempre, vicini alle istituzioni ed ai cittadini, per il loro diritto ad una più sana vivibilità. Vogliamo ringraziare l’amministrazione comunale per la fiducia riposta nella nostra associazione e tutti i proprietari dei terreni che ci hanno concesso il permesso per attraversare le loro proprietà in modo da raggiungere le sponde dei vari corsi d’acqua.

Irene Volpe di MasterChef 2020 lancia ricettario 100% vegetale con Animal Equality

0

La finalista di Masterchef 2020, Irene Volpe, in collaborazione con Animal Equality, ha realizzato un ricettario per Ferragosto completamente a base vegetale per dimostrare che mangiare di gusto e nel rispetto dell’ambiente è possibile.

Irene Volpe, romana e classe ’98, è stata finalista di Masterchef 2020 e oggi si dedica a tempo pieno alla cucina, soprattutto a quella a base vegetale. Dalla sua sensibilità per l’ambiente e la protezione degli animali è nata la collaborazione con Animal Equality nell’ambito di LoveVeg, il vertical di ricette completamente vegetali per un’alimentazione sana e più rispettosa del Pianeta. 

Il risultato di questo fortunato incontro con la chef Irene Volpe è il ricettario Ferragosto 100% vegetale, che illustra la preparazione di 10 piatti esclusivi, dall’antipasto al dolce, interamente realizzati da Irene. 

L’obiettivo di questo ricettario è sensibilizzare il pubblico a un’alimentazione critica e consapevole invitando a provare piatti sfiziosi e alternativi alla solita grigliata di Ferragosto e più a misura di ambiente. La creatività della chef e il suo amore per la natura hanno permesso di sviluppare un ventaglio di dieci portate fresche e colorate che saranno presentate prossimamente anche attraverso delle video ricette sui suoi canali social.

La dimostrazione che un’alimentazione vegetale può davvero essere alla portata di tutti, oltre che sana e sostenibile, arriva anche grazie alla partecipazione di Fabrizio Colica, attore del duo comico romano Le Coliche, e Giacomo Visconti, influencer, insegnante e compagno di Fabrizio, che vedremo presto alle prese con le ricette realizzate dalla chef. La coppia è infatti amante della cucina vegetale e ha scelto di cimentarsi nella realizzazione di alcune preparazioni del ricettario Animal Equality con l’ironia che la contraddistingue.

Le ricette sono scaricabili gratuitamente in pdf dal blog di Animal Equality, Love Veg, dove si possono trovare anche consigli utili e tante altre ricette per un’alimentazione a sostegno del Pianeta e della salute.

Droga in spiaggia: denunciato

0

CENTOLA. I carabinieri della compagnia di Sapri hanno denunciato a piede libero un turista 43enne, già noto alle forze dell’ordine, per possesso di circa 100 dosi di sostanze stupefacenti. La scoperta ieri. A segnalare il caso alle forze dell’ordine sono stati gli stessi bagnanti.

Questi ultimi, fin dalla mattinata, avevano osservato un via vai di giovani verso una tenda posizionata abusivamente sulla spiaggia della Marinella. Quando i carabinieri sono arrivati sul posto hanno scoperto che all’interno erano presenti le dosi di marijuana e hashish. Presente anche materiale per il confezionamento, un coltellino e un bilancino. Indagini in corso per avere un quadro chiaro della situazione.

Ieri, invece, ad Agropoli, ha incuriosito i frequentatori del centro la presenza di un ragazzo, non del posto, che si avvicinava ai più giovani chiedendo se volessero “acquistare fumo”.

“Reprimeremo lo spaccio di droga sul territorio”

“Giù le mani dalle neonatologia di Battipaglia”

«Giù le mani dal reparto di terapia intensiva neonatale di Battipaglia». E’ questo l’appello di una mamma cilentana che si aggiunge ai tanti già arrivati nelle scorse ore. Il reparto di neanotologia rischia lo stop per la carenza di personale. Ecco allora che Anna Maria Maiorano ha voluto raccontare la sua esperienza, per sottolineare l’importante del reparto dell’ospedale battipagliese.

Questo il suo messaggio:

Quando si è in dolce attesa si spera e si sogna di poter stringere il proprio figlio tra le braccia per 9 mesi. È il periodo più bello per una donna. In alcuni casi però quel periodo viene vissuto con ansia e paura . Il mie 9 mesi sono stati stupendi, emozionanti e carichi di attesa. Mio figlio nacque sano ed io lo strinsi tra le braccia convinta che nulla potesse turbare la sua crescita, convinta che il peggio fosse passato . Invece non fu così. Aveva 5 mesi e il 25 dicembre 2010 entrò in coma. Ero spaesata e spaventata . Oggi dover ricordare quei giorni fa male….fa male più di allora perché lo faccio per difendere ciò che ha permesso a mio figlio di continuare a vivere. Fu trasferito d’urgenza dall’ospedale di Sapri alla neonatologia infantile di Battipaglia. Lì furono tempestivi nel capire cosa avesse e quella tempestività gli salvo’ la vita,quella tempestività e capacità ha fatto sì che non avesse danni neurologici gravi a causa di una Meningite da Pneumococco. Arrivò in condizioni disperate ( due arresti cardiaci ,intubato ) ma quei medici , quelle mani lottarono con ogni forza per strapparlo ad una sorte che non meritava . Lo so forse c’è stata dalla nostra anche un pizzico di fortuna perché se ne salvano in pochi ma ho l’assoluta certezza che senza quei medici e senza quella eccellenza ora mio figlio non sarebbe qui. Fa male ricordare ….ma fa più male leggere che quel reparto , che ha salvato molte vite, oggi rischia di chiudere. Come me molte madri hanno dei ricordi legati a quel reparto. Come mio figlio altri figli devono il loro futuro a quei medici. GIÙ LE MANI DALLA NEONATOLOGIA DI BATTIPAGLIA… perché se loro hanno lottato per il mio di bambino e per quello di molte altri madri…oggi molte madri lotteranno per quelle mani che per noi sono e resteranno simbolo di salvezza . Una vita , anche una sola vita salvata , vale più di qualsiasi logica economica . Anche se fosse un solo bimbo salvato nulla può giustificare una scelta a discapito di un reparto fondamentale per un’intera provincia . Fa male ricordare ma è necessario farlo !

“I sequestratori di Denise potrebbero essere anche potenziali assassini della piccola”

La donna è intervenuta alla trasmissione “Chi l’ha visto” e per la prima volta si parla dell’assassinio della piccola

È sempre un momento toccante la presenza alla trasmissione “Chi l’ha visto” di Piera Maggio, madre di Denise Pipitone scomparsa nel settembre del 2004. La donna è intervenuta in seno all’argomento delle bambine scomparse, nello specifico della sparizione di Madeleine McCann conosciuta come Maddie.

Alla fine del blocco dedicato alla scomparsa della piccola inglese, Piera Maggio dopo l’appello a chi ancora potesse dare informazioni utili al ritrovamento di Denise fa una sconcertante riflessione “le stesse persone che che hanno sequestrato Denise potrebbero essere potenziali assassini di Denise -Piera Maggio aggiunge- con questo non voglio dire che Denise è morta”.

Abbiamo sempre visto la donna sempre ferma nella sua convinzione che Denise in qualche modo si fosse salvata dal sequestro e che fosse viva, chissà lontano in un’altra famiglia, portata via per un losco disegno.

Firenze, giro di fatture false per più di 12 milioni di euro

Sequestrati beni per un valore di oltre 2 milioni di euro: denaro, beni mobili e immobili di proprietà o nella disponibilità degli amministratori di una società del settore carburanti

I militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Firenze hanno eseguito, in Firenze, Arezzo, Prato, Sesto Fiorentino (FI) e Jesolo (VE), un decreto di sequestro preventivo finalizzato alla confisca diretta e per equivalente – emesso dalla Dottoressa Antonella Zanini, Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Firenze, su richiesta del Dott. Giuseppe Ledda, Sostituto Procuratore della Procura della Repubblica di Firenze – avente ad oggetto denaro, beni mobili e immobili di proprietà o nella disponibilità degli amministratori di una società operante nel settore dei carburanti, per oltre 2 milioni e mezzo di euro pari all’Imposta sul Valore Aggiunto evasa nel periodo 2014 – 2017 utilizzando fatture false per più di 12 milioni di euro.

Il sistema evasivo-fraudolento scoperto dai finanzieri del Nucleo di polizia economico-finanziaria di Firenze era stato organizzato per consentire ad una società a responsabilità limitata con sede nell’hinterland fiorentino, titolare di distributori stradali di carburante nelle province di Firenze, Arezzo e Prato, di acquistare il carburante dall’estero in totale evasione dell’imposta sul valore aggiunto.

In pratica, l’imposta dovuta all’Erario non era mai versata; il debito erariale, infatti, veniva fatto formalmente gravare su altre 8 società che non adempivano agli obblighi di versamento. Queste ultime imprese – localizzate nelle province di Milano, Roma, Napoli, Salerno e Reggio Calabria – sono risultate, in parte fallite, in parte operanti in settori commerciali totalmente diversi da quello della commercializzazione di prodotti petroliferi e nella titolarità di soggetti già coinvolti in analoghe frodi fiscali, ovvero, in taluni casi, in indagini per i reati di riciclaggio e associazione a delinquere, anche di stampo mafioso.

Il sistema così creato permetteva all’impresa titolare dei distributori di carburante di acquistare “sottocosto”, mantenendo, indebitamente, una posizione di mercato ampiamente competitiva e ottenendo, in pari tempo, margini di guadagno più elevati rispetto alle altre imprese di distribuzione di carburante operanti nelle aree del Fiorentino-pratese e dell’Aretino; nei fatti era posta in essere una vera e propria “concorrenza sleale” verso gli operatori onesti del medesimo settore.

Le Fiamme Gialle, oltre alla denuncia di tre persone – tutte residenti in provincia di Firenze, originarie, una del Perugino e due di Paesi esteri e rivestenti, di fatto o di diritto, cariche sociali all’interno della società a responsabilità limitata – responsabili a vario titolo del delitto di utilizzo di fatture false, hanno posto sotto sequestro conti correnti bancari, denaro contante, quote societarie di istituti di credito, 3 autovetture di grossa cilindrata ed una villa del valore commerciale di oltre 700 mila euro.

Il caso Floyd approda alla Camera degli Stati Uniti

0

“George e’ morto per una discussione su 20 dollari. E’ questo che vale un afroamericano nel 2020?” Dure le parole del fratello di George

La morte di George Floyd è stato un atto dirompente che ha fatto da spartiacque tra quello che la polizia statunitense era è quello che la stessa sarà domani. Il fratello, Philonise Floyd, è stato ascoltato dalla commissione giustizia della Camera, aprendo la serie di audizioni programmate nel momento in cui il Congresso avvia i lavori per una riforma delle forze dell’ordine.

Philonise ha esordito: “Sono qui per mio fratello George sono qui per ottenere giustizia. Dipende da voi far si’ che la morte di George non sia stata vana. Il nome di George significherà qualcosa solo se la sua morte finirà per cambiare in meglio il mondo. E io penso che sara’ cosi”, ha continuato. Toccante quando rivolto direttamente al fratello: “Guarda cosa hai fatto, grande George, stai cambiando il mondo. Spero hai trovato nostra madre e possiate insieme riposare in pace”, ha aggiunto, riferendosi a quella mamma Larcenia, deceduta nel 2018.

Philonise è stato duro nella descrizione dei motivi che hanno portato la morte del fratello : “George e’ morto per una discussione su 20 dollari. E’ questo che vale un afroamericano nel 2020?”.  Davanti ai membri del Congresso, parlando alla commissione giustizia della Camera, l’uomo a stento è riuscito a trattenere le lacrime. “Sono qui per chiedervi basta”

Ocse, si deve scongiurare il ritorno del virus a settembre oppure il Pil cadrà a meno14%

L’organizzazione avverte, gli sforzi attuali bene ma se non sopraggiunge una nuova ondata

Il Pil dell’Italia dovrebbe crollare del 14% nel 2020 prima di risalire del 5,3% nel 2021 nel caso in cui ci dovesse essere una seconda ondata di virus.


    Si deve scongiurare il ritorno del virus, il Pil dovrebbe calare dell’11,3% nel 2020 e risalire del 7,7% nel 2021: è quanto si legge nella scheda consacrata all’Italia delle Prospettive economiche dell’Ocse in cui si mette in evidenza che la crisi legata al coronavirus ha rappresentato “un passo indietro degli sforzi per giungere ad una crescita più forte ed inclusiva.

Le misure d’urgenza per far fronte alle ricadute economiche della crisi sono giustificate e si dovrebbero completare e raddoppiare gli sforzi per proseguire un ambizioso programma di riforme strutturali”.

Stati generali, venerdì iniziano i lavori a villa Pamphili

Il presidente del Consiglio dovrebbe confrontarsi tra oggi e giovedì per preparare gli incontri con gli interlocutori

Si apriranno venerdì pomeriggio, nella sala degli Stucchi di Villa Pamphili, gli stati generali dell’economia convocati dal premier Giuseppe Conte. Il calendario degli incontri, che si dipaneranno fino alla prossima settimana nell’arco di quattro o cinque giornate, è in fase di elaborazione ma dovrebbe partire, venerdì, dai rappresentanti dell’opposizione.

Con la maggioranza, prima i singoli ministri, poi i rappresentanti dei gruppi parlamentari, il presidente del Consiglio dovrebbe confrontarsi tra oggi e giovedì per preparare gli incontri con gli interlocutori. Sabato dovrebbe essere il giorno dedicato ai colloqui di profilo europeo e internazionale, con il collegamento in videoconferenza, tra gli altri, della presidente della Commissione Ue Ursula Von Der Leyen e del presidente del Parlamento europeo David Sassoli. Lunedì 15 dovrebbero iniziare i colloqui con le parti sociali, che potrebbero richiedere più di una giornata di lavoro.

Intanto dall’opposizione fanno sapere che molti dei punti del documento scaturito dalla commissione Colao sono nate in seno alla minoranza. Ora è necessario capire quali saranno gli atteggiamenti dei leader di centro destra.

Di Maio, la Grecia aprirà da lunedì i confini all’Italia

Continuano senza sosta le missioni del ministro Di Maio in Europa: “entro la fine del mese il governo greco eliminerà qualsiasi obbligo di quarantena per i nostri connazionali”

È estremamente soddisfatto il Ministro agli Affari esteri Luigi Di Maio degli incontri bilaterali con alcuni Stati europei più intransigenti con l’Italia, riguardo alla riapertura dei confini con il nostro paese. dopo la Germania è la volta della Grecia: “Altra buona notizia -spiega Di Maio- anche la Grecia da lunedì aprirà agli italiani.

Il ministro Dendias, che ringrazio per la serietà dimostrata, oggi mi ha rassicurato inoltre che entro la fine del mese il governo greco eliminerà qualsiasi obbligo di quarantena per i nostri connazionali.
Perché tutti questi Paesi adesso stanno aprendo all’Italia?
Perché abbiamo diffuso in maniera trasparente i dati durante questa pandemia e siamo stati anche tra i primi a mettere in sicurezza qualsiasi tipo di struttura e attività commerciale. E per questo va dato il giusto merito a commercianti, artigiani e imprenditori. Per aver agito con tempestività, impiegando anche proprie risorse.
Dunque il mio appello a tutti i turisti stranieri è quello di venire in Italia a trascorrere le vacanze. Troverete un Paese che ha affrontato con dignità questa emergenza e adesso, con grande umiltà, sta ripartendo”.

Guardia di Finanza, maxi sequestro di mascherine

I dispositivi venivano venduti senza le certificazioni in 31 province italiane provenienti dall’Ungheria

I militari della Compagnia della Guardia di Finanza di Falconara Marittima (AN), stanno effettuando una complessa attività di servizio che interessa ben trentuno province in dieci regioni allo scopo di completare l’esecuzione di un provvedimento di sequestro preventivo emesso nei giorni scorsi dal G.I.P. del Tribunale di Ancona, a seguito della richiesta della locale Procura della Repubblica, relativo a più di mezzo milione di mascherine chirurgiche non a norma.

Le indagini sono partite da una specifica attività di controllo del territorio della provincia dorica, disposta dal Comando Provinciale, che partendo dalla vendita al dettaglio nelle farmacie, risultate estranee ai fatti, ha consentito d’individuare una società con deposito a Camerata Picena (AN), al cui interno le fiamme gialle sono riuscite a scoprire 227.150 mascherine chirurgiche, provenienti dall’Ungheria, pronte per essere immesse in commercio.

All’atto dell’intervento, i militari hanno anche rilevato la presenza di tre operai per i quali non risultava essere stato stipulato alcun contratto di lavoro, circostanza segnalata all’ispettorato territoriale del lavoro per l’emanazione di apposito provvedimento di sospensione dell’attività imprenditoriale.

I dispositivi individuati erano accompagnati da attestazioni recanti la marcatura “CE” – ossia rispondenti alle previsioni della normativa comunitaria – rilasciate da un ente certificatore cinese non rientrante tra gli organismi autorizzati a verificare e attestare la conformità del prodotto.

Per gli articoli in argomento, inoltre, la società importatrice non aveva ricevuto alcuna autorizzazione in deroga all’immissione in commercio da parte dell’Istituto Superiore della Sanità, così come previsto dall’art. 15 del decreto “cura Italia”. Pertanto, il rappresentante legale è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Ancona in ordine al reato di “frode nell’esercizio del commercio” che prevede la reclusione fino a due anni o la multa fino a euro 2.065, in quanto è stato acclarato che, con la propria condotta, avrebbe indotto in errore i numerosi clienti, quali farmacie, in relazione all’effettivo significato della marcatura di conformità ce apposta sulle certificazioni.

Sulla base degli elementi acquisiti dai finanzieri l’autorità giudiziaria dorica ha delegato la Compagnia di Falconara M. all’esecuzione di un ulteriore sequestro preventivo, su tutto il territorio nazionale, di 354.400 mascherine chirurgiche già vendute a ottantaquattro farmacie, ventotto delle quali nella sola provincia di Ancona.

I sequestri in corso, afferenti complessivamente a 581.550 mascherine vedono il coinvolgimento di quarantasette Reparti della Guardia di Finanza, dislocati in trentuno province e dieci regioni e hanno la finalità di evitare che i dispositivi in questione siano venduti ai consumatori in mancanza della regolare certificazione ce e, quindi, senza i requisiti minimi di sicurezza.

L’attività s’inserisce nel più ampio contesto della lotta alla criminalità economico-finanziaria, condotta dalla Guardia di Finanza a tutela della correttezza del mercato, per il rispetto della concorrenza leale e per la sicurezza dei prodotti a salvaguardia della salute dei cittadini.

Carabinieri, 38 arresti per traffico di droga ed armi

È stata definita operazione “Prestigio” ed ha visto impegnati vari reparti dell’arma tra i quali il nucleo elicotteristi

Operazione ‘Prestigio’: 38 arresti per traffico di droga e armi Comando Provinciale di Salerno – Salerno, 09/06/2020 13:37 Nelle prime ore della mattina, nelle province di Salerno, Cosenza e Trento, militari del Comando Provinciale di Salerno, supportati da quelli dei reparti territorialmente competenti, del 7° Nucleo Elicotteri di Pontecagnano (SA) e del Nucleo Cinofili di Sarno (SA), hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 38 indagati (16 in carcere e 22 agli arresti domiciliari), gravemente indiziati, a vario titolo, di “Associazione finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti”, “Detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti”, “Detenzione e Porto abusivo di arma da guerra”, “Lesioni”, “Danneggiamento seguito da incendio” ed “Estorsione”.

I provvedimenti scaturiscono da una complessa ed articolata attività d’indagine avviata dalla Compagnia di Salerno nel 2017 e svolta con il costante coordinamento della Direzione Distrettuale Antimafia del capoluogo salernitano. È stata condotta con metodi tradizionali, con il supporto di attività tecniche e mirati servizi di osservazione, controllo e pedinamento, resi ancor più difficili dal contesto urbanistico dell’area d’intervento (in particolare, del centro storico della città, fatto di budelli e vicoli).

L’indagine ha permesso di ricostruire l’esistenza di un’associazione a delinquere dedita alla commissione dei suddetti delitti, con una disponibilità di notevoli quantitativi di stupefacente.

Nel corso delle attività, sono emerse, inoltre, concrete responsabilità in capo ai vertici dell’organizzazione riguardo ad alcuni atti intimidatori, tra cui l’incendio di diverse autovetture ed una gambizzazione ai danni di esponenti della stessa fazione criminale, per affermare la propria leadership sul controllo dello spaccio, in particolare nella frazione Matierno del Comune di Salerno, su cui avevano esteso il loro interesse.

È stata, in sintesi, documentata una vera e propria guerra senza esclusione di colpi per il controllo delle piazze di spaccio in tutto il capoluogo salernitano ed in diversi Comuni della Provincia, fatta di svariate aggressioni e gravi atti intimidatori perpetrati per tutto l’anno 2017, a riprova della caratura criminale dei soggetti colpiti dalle odierne misure custodiali e della loro assoluta pericolosità sociale.

Nel corso dell’attività investigativa, che ha rivelato un fatturato illecito giornaliero di € 4.000 circa, sono stati arrestati 11 indagati in flagranza di reato e sequestrati complessivamente 70 Kg circa di stupefacente, nonché 4 pistole ed 1 fucile.

Stati generali, cosa sono e perché Conte li ha convocati

Venerdì inizierà la tre giorni dedicati all’ormai famoso meeting di tutte le rappresentanze sociali e l’opposizione attacca

Gli” Stati generali” di Conte è un meeting fra rappresentanti del governo, dell’opposizione parlamentare, rappresentanti delle parti sociali  – sindacati, Confindustria, Confcommercio, Confagricoltura e Pmi – e alcuni intellettuali, definiti da Conte “menti brillanti”, per definire in modo condiviso, le linee di intervento economico per il rilancio del paese dopo la crisi causata dalla pandemia di Covid-19. Il premier arriverà all’appuntamento di giovedì 11 giugno con un piano della commissione Colao con 121 pagine e altrettanti punti che porteranno al vero rilancio del paese.

La polemica di Meloni e Salvini

Il presidente di FdI Giorgia Meloni, nel corso di una conferenza stampa alla Camera per fare il punto sul dl Rilancio e le proposte di modifica avanzate, parla anche della proposta degli Stati generali dell’economia.”Ci piacciono poco le passerelle, gli Stati generali a casa nostra sono il Parlamento della Repubblica. Un vero confronto parte da come si spendono questi 80 miliardi di euro, autorizzati con lo scostamento di bilancio”.


    La Meloni continua: “Non è normale che si metta continuamente la fiducia mentre si dice che ci si vuole confrontare con le opposizioni. Poi si convocano gli Stati generali per sapere cosa pensiamo: noi non vogliamo parlare di cosa si deve fare tra uno, due mesi. Noi vogliamo discutere di questo provvedimento”.

Mentre Salvini attraverso la sua pagina facebook fa sapere: “L’unica certezza degli Stati generali, al momento, è la rissa dentro al governo.
Nel frattempo migliaia di famiglie italiane non hanno ancora ricevuto un euro, l’invasione di clandestini è ripresa senza sosta, gli appelli del Capo dello Stato per dialogare con l’opposizione sono ignorati e ci sono drammatici problemi su Giustizia, burocrazia, infrastrutture, rapporti con l’Europa.
Le proposte della Lega sono chiare: modello Genova per le infrastrutture, flat tax per aiutare milioni di famiglie, no al Mes per non vendere il futuro dei nostri figli, porti chiusi ed elezioni politiche il prima possibile”.

Il virus del Covid 19 avrebbe colpito Wu Han molti mesi prima della diffusione della notizia

0

A dirlo sono studi della Harvard Medical School, Boston University of Publich Health e Boston Children’s Hospital riportati dal Guardian

Le immagini satellitari inchioderebbero la Cina alle proprie responsabilità, infatti mostrano come un numero sempre più alto di veicoli avrebbero raggiunto i principali ospedali di Wuhan mesi prima della notizia dei primi casi di coronavirus.

La tesi sarebbe allarmante, il virus covid 19 avrebbe colpito la cittadina cinese già mesi prima che le autorità riconoscessero la malattia. A dirlo sono studi della Harvard Medical School, Boston University of Publich Health e Boston Children’s Hospital riportati dal Guardian. Sono state effettuate le analisi sulle immagini satellitari dei parcheggi dei principali ospedali di Wuhan tra gennaio 2018 e aprile 2020, e le tendenze nelle ricerche su Internet.

Le immagini dei parcheggi hanno mostrato un “forte aumento” a partire da agosto 2019 e con un picco a dicembre 2019. Tra settembre e ottobre, cinque dei sei ospedali analizzati hanno visto il loro più alto volume giornaliero di automobili. Quanto alle ricerche sul web, l’utilizzo delle parole “diarrea” e “tosse” è aumentato notevolmente circa 3 settimane prima del picco nei casi confermati di Covid-19 alla fine del 2019.

Gli autori dello studio hanno affermato, che sebbene non potessero confermare se l’aumento del traffico dei veicoli fosse direttamente correlato al nuovo virus, l’evidenza “supporta altri lavori recenti che dimostrano che l’emergenza è avvenuta prima dell’identificazione (del coronavirus) nel mercato del pesce di Huanan”, alla fine di dicembre, quando i funzionari cinesi avevano riferito di un cluster al mercato nel centro di Wuhan. Le autorità cinesi hanno bollato lo studio come “ridicolo” privo di fondamento scientifico

Coronavirus, triste record per i paesi dell’America Latina, positivi quota 1.354.000

0

Non si riesce a fermare il contagio nelle aree più povere i deceduti da Covid sono 1367 nelle ultime 24 ore

Lo spettro della pandemia continua ad aleggiare sull’America latina. Nelle ultime 24 ore complessivamente il numero dei morti sale a 1.367, con un totale di 66.952, mentre i contagiati hanno subito una flessione a 33.087, raggiungendo comunque quota 1.353.910.


Guida la triste classifica il Brasile con 707.412 contagiati e 37.134 deceduti mentre al secondo e terzo posto troviamo il Perù che di contagiati ne ha 199.696 e con 5.571 morti e il Cile 138.846 contagiati e con 2.264 deceduti.

Fra i paesi latinoamericani con più di 5.000 contagi vi sono poi Messico 120.102 positivi e deceduti quota 14.053, Ecuador 43.378 contagiati e 3.642 deceduti, Colombia 40.719 positivi e 1.308 morti, Repubblica Dominicana positivi 20.126 e 539 morti, Argentina positivi 23.620 e 693 morti, Panama positivi 16.425 e 393 morti, Bolivia positivi 13.643 e 465 deceduti, Guatemala positivi 7.055 e 252 deceduti ed infine Honduras positivi ne sono 6.327 e con 258 morti.

Biden stacca il Tycoon nei sondaggi tra il 14% e il 7%

0

La corsa verso la Casa Bianca non è sta mai tanto in salita per il presidente Trump

Testata giornalistica che vai sondaggio che trovi, questo potrebbe riassumere la corsa alla presidenza dei due candidati, il democratico Joe Biden ed il repubblicano ed attuale presidente Donald Trump

Immagine del profilo di biden

Biden si attesta tra il 47% ed il 55% tra i sondaggi indetti dalle più blasonate testate giornalistiche .

Immagine del profilo di trump

Donal Trump va dal 37% al 43%, il problema potrebbe anche essere di diversa natura, come una sorta di antipatia nei confronti di una persona che non riesce proprio a digerire le decine di articoli che la CNN e altre testate confezionano contro di lui. Intanto il Tycoon twitta “I sondaggi della Cnn sono falsi come le loro notizie. Stessi numeri, e peggio, contro la corrotta Hillary. I dem distruggeranno l’America!”. Di centro non le manda a dire.

Firmato il piano per l’export che vale oltre un miliardo

Ad annunciarlo il ministro degli affari esteri Luigi Di Maio: “Ora il Paese può ripartire con cautela, ma anche con coraggio”

Nel pomeriggio è stato firmato dal ministro Lugi Di Maio il patto per l’export che riassume le risorse straordinarie stanziate dal governo per circa 1,4 miliardi di euro. È lo stesso responsabile a sottolineare l’importanza del rilancio dei prodotti italiani dopo un lock down che ha sfinito le aziende nostrane: “Un importante piano di rilancio del Made in Italy a supporto delle nostre imprese che esportano all’estero”.


Il ministro Di Maio affida alle pagine dei social le proprie considerazioni: “Dietro a questo patto c’è un grande lavoro di squadra, c’è il massimo sforzo della Farnesina, ma c’è anche la grande sinergia con gli altri ministeri. E sono felice che domani saranno presenti anche molti ministri del governo e rappresentanti delle Regioni.
Per mettere in piedi un ambizioso progetto di sostegno alle imprese non può essere tralasciato nulla e non si può agire in solitaria”.


“Ovviamente domani ci saranno i rappresentanti del mondo imprenditoriale e le associazioni di categoria, con i quali in questi mesi ci siamo confrontati con dei tavoli tematici presieduti dal sottosegretario Di Stefano.
Andiamo avanti con le idee chiare. Abbiamo superato il periodo più buio di questa crisi sanitaria: ora il Paese può ripartire con cautela, ma anche con coraggio.
Oggi abbiamo firmato il patto per l’export, oltre 1 miliardo per rilanciare il marchio Italia nel mondo. E finalmente il motore del Made in Italy può tornare a correre. Dobbiamo puntare a esportare i nostri prodotti d’eccellenza e non più le fabbriche, che devono restare in Italia e creare posti di lavoro”.

Roma, fiamme gialle scoprono un ingente traffico di carburante proveniente dall’est

Sono finite nella rete della giustizia 9 persone, sequestrati contanti e migliaia di litri di gasolio

Sono 9 le persone arrestate e sequestrati oltre 100.000 litri di gasolio di contrabbando, tre autoarticolati, due cisterne e 83.000 euro in contanti: questo il bilancio delle indagini dei Finanzieri del Comando Provinciale di Roma che hanno sgominato una banda dedita all’illecita importazione e commercializzazione di carburanti la quale, in soli 3 mesi, ha fraudolentemente introdotto nel territorio nazionale circa 1,5 milioni di litri di prodotto petrolifero.

Il provvedimento restrittivo – emesso dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Velletri su richiesta della locale Procura della Repubblica – costituisce l’epilogo delle attività investigative delle Fiamme Gialle della Compagnia di Nettuno, avviate agli inizi del 2019, che hanno fatto piena luce sull’operatività di un’organizzazione criminale con base a Nettuno, Montecompatri e Guidonia Montecelio, individuando 25 persone, ciascuna con ruoli ben definiti, 9 delle quali colpite da misura cautelare.

Nel corso dell’ordinaria attività di controllo economico del territorio, l’incessante movimento di automezzi con targa estera nei pressi di un piazzale situato in una zona periferica tra Anzio e Nettuno e i forti odori che si propagavano nell’area circostante hanno insospettito i militari che hanno avviato un servizio di monitoraggio, anche mediante l’utilizzo di un drone.

Dopo un primo sequestro di oltre 20 mila litri di gasolio, il quadro indiziario è stato completato dalle intercettazioni telefoniche, che hanno permesso di ricostruire il modus operandi del sodalizio e di identificarne i componenti e i broker esteri, grazie ai quali avveniva l’acquisto delle partite di prodotto energetico in Polonia, che poi giungeva in Italia, su gomma o su rotaia, scortato da documenti di accompagnamento recanti il codice di nomenclatura relativo agli oli lubrificanti, mentre di fatto si trattava di gasolio per autotrazione.

Per eludere le investigazioni l’organizzazione ha cambiato, per ben quattro volte in pochi mesi, la sua base logistica, spostandola da Nettuno a Montecompatri, quindi da Setteville di Guidonia a Guidonia Montecelio.

Ed è in quest’ultima sede che i Finanzieri hanno fatto irruzione, sorprendendo due persone intente al travaso di combustibile da tre autoarticolati telonati, contenenti 26 “cubotti” da 1000 litri ciascuno, per complessivi 78 mila litri, e rinvenendo altri 1500 litri di gasolio già scaricato nel piazzale del deposito.

Sono stati quindi identificati 6 autisti di nazionalità polacca e 2 presunti broker, anch’essi polacchi. Inoltre, sono stati scoperti, all’interno di un’autovettura, falsi documenti di trasporto, già predisposti per legittimare la circolazione di altri carichi di gasolio, oltre a denaro contante per 83.000 euro, quale corrispettivo – 0,97 euro per litro – del prodotto arrivato dalla Polonia.

I destinatari della misura cautelare in carcere sono 5 mentre i destinatari della misura cautelare ai domiciliari sono 2.Nei confronti di altri due soggetti sono in corso ricerche.

L’operazione si inserisce nel più ampio dispositivo di controllo del territorio predisposto dalla Guardia di Finanza di Roma per il contrasto ai traffici illeciti e al contrabbando di prodotti petroliferi, a tutela delle entrate dell’Erario e degli imprenditori onesti.

Zingaretti, clima distensivo verso gli alleati pentastellati e Conte

“Ora servono risposte urgenti alle crisi industriali, come Mittal e Alitalia”

Il segretario Pd Nicola Zingaretti nel suo intervento alla direzione nazionale del Pd parla degli Stati Generali proposti dal premier Conte.”Diciamo bene ma attenzione al rigore, al rispetto dei tempi certi, diciamo attenzione perché ora l’Ue chiede a noi rigore e piani seri, non possiamo sbagliare e quindi chiediamo la collaborazione sincera a tutti”.

“Ora servono risposte urgenti alle crisi industriali, come Mittal e Alitalia, e decreti come semplificazioni, sicurezza e provvedimenti urgentissimi nel campo della giustizia.

Siamo a un momento cruciale in cui si giocano i destini della legislatura e il futuro dell’Italia.

” Zingaretti continua e cerca un clima di collaborazione con i colleghi della maggioranza:” Sono fiducioso e dobbiamo chiamare il paese a ricostruire la fiducia. Lo scenario pretende scelte nuove e una decisiva svolta da svolgere con gli alleati, questo è il cuore del confronto con Conte in queste ore e che continuerà nelle prossime settimane -il segretario continua- nessuna contrapposizione ma la necessità per tutti di un salto di qualità necessario”.
   

Al via la sperimentazione dell’app Immuni, scaricato da 4 milioni di persone

0

Saranno 4 le regioni che testeranno la funzionalità dell’applicazione per il tracciamento dei contatti

E così Abruzzo, Liguria, Marche e Puglia saranno le prime regioni a testare il funzionamento del contact tracing Immuni, che ha avuto anche il via libera, nei giorni scorsi, da parte del Garante per la Privacy. La app arriva alla linea di partenza non senza una scia di polemiche e inciampi tecnici.

Ha dovuto superare le critiche alle icone sessiste che ritraevano una mamma con il bambino e l’uomo davanti al pc, poi cambiate nel giro di una mattinata. In seguito sono arrivati i problemi legati alla tipologia di smartphone, in alcuni casi incompatibili per scaricare la app e su cui si è concentrato il lavoro di questi giorni per cercare di arrivare pronti al D-day.


In particolare, Immuni usa la tecnologia per le notifiche di esposizione messa a disposizione da Apple e Google. Questa tecnologia determina i requisiti di sistema per scaricare e usare Immuni. Per quanto riguarda i problemi sugli smartphone Huawei, “non dovuti all’app”, si spiega nelle Faq di Immuni, si è lavorato sulla risoluzione e la app è stata resa disponibile sui primi modelli ed entro lunedì, secondo le informazioni rese la scorsa settimana, sugli altri.

Temporali a Milano e smottamenti in alcune aree della Lombardia

0

Per domani allerta, sono previste precipitazioni al centro e al sud. fino a toccare la Campania

Giornata caratterizzata da forti temporali in Lombardia che hanno provocato una frana nel varesotto, a Laveno Mombello, un comune sulle rive del Lago Maggiore. La frana ha invaso la strada provinciale 69, che è stata chiusa al pubblico. I vigili del fuoco continuano a lavorare sul posto per liberare la strada dalle pietre e mettere in sicurezza la zona.

Molte le chiamate per allagamenti, che hanno coinvolto anche piccoli Comuni della provincia: a Marchirolo, nei pressi di Luino, le strade si sono allagate e alcune famiglie sono state evacuate. Stessa situazione, riporta la Prealpina, a Gavirate e Lavena Ponte Tresa.

I violenti temporali delle ultime ore rendono possibile, a Milano, una nuova esondazione del Seveso, già monitorato da sabato insieme al Lambro dopo l’allerta arancione della Protezione Civile.

“Teniamoci pronti all’esondazione”, dice l’assessore comunale, Marco Granelli, visto che il livello del fiume Seveso si è già innalzato, nel corso della giornata.

La perturbazione in atto su gran parte del Nord Italia nella giornata di lunedì porterà una fase di maltempo anche sulle regioni centrali peninsulari e sulla Campania. Sulla base delle previsioni disponibili,

il Dipartimento della Protezione Civile d’intesa con le regioni coinvolte, alle quali spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati, ha emesso un nuovo avviso di condizioni meteorologiche avverse, che integra ed estende il precedente.

Il presidente della Regione Veneto soddisfatto per il solo caso su 16mila tamponi

Ci si avvia anche al nord verso la normalità, Zaia ribadisce: “l’autonomia è un’opportunità”

Più che soddisfatto il governatore del Veneto Luca Zaia per i risultati dei tamponi nell’ultima sessione: “Su 16.172 tamponi effettuati ieri abbiamo registrato un solo nuovo caso positivo”.

Zaia lo ha riferito nel corso di una conferenza stampa e continua: “Le persone in isolamento sono diminuite di 37 unità mentre abbiamo altri tre pazienti dimessi. I morti – ha aggiunto – sono 5 più di ieri”.

“Oggi è una bella giornata, sono 50 anni dalla prima elezione regionale e il Presidente Mattarella afferma che il principio dell’autonomia regionale è un fondamento della democrazia. Ringrazio Mattarella per aver voluto consacrare questa giornata”, ha detto poi Zaia. “Autonomia non è sottrazione di potere, come pensa qualcuno a Roma – ha aggiunto – l’autonomia è un’opportunità, come afferma il Capo dello Stato, non un problema”.

Milano, figlio di capo ultras nerazzurro arrestato

L’accusa è di tentato omicidio aggravato, lesioni personali aggravate e porto ingiustificato di oggetti atti a offendere.

E’ stato arrestato Alessandro Caravita figlio del leader storico degli ultras nerazzurri, Franco Caravita.

L’accusa è di tentato omicidio aggravato, lesioni personali aggravate e porto ingiustificato di oggetti atti a offendere.

Tutto è accaduto in pieno centro a Milano, durante una rissa il ragazzo sembrerebbe l’aggressore di un 24enne accoltellato nella notte tra il 5 e il 6 giugno.

Si tratta di un 21enne milanese. A individuarlo sono stati i carabinieri del Nucleo operativo della Compagnia Milano Duomo, nel corso di una perquisizione i militari hanno anche sequestrato un coltello a serramanico che potrebbero essere stati utilizzati durante l’accoltellamento.

Il ministro Manfredi, i corsi universitari in presenza tornano a settembre

Sul plexiglass nelle aule universitarie il ministro assicura “No, non ci stiamo pensando”

“Il numero esami e laureati non è cambiato rispetto allo scorso anno. L’università non si è fermata”, ha detto il ministro dell’Università Gaetano Manfredi a Sky tg24.

“L’esame di Stato per l’accesso alle professioni è previsto dalla costituzione e quindi non si può abolire”. 

“Plexiglass nelle aule universitarie? No, non ci stiamo pensando. Pensiamo invece all’allungamento dell’orario per le lezioni e a un maggior numero di aule. Ci sarà dunque una diversa organizzazione”, ha spigeato il ministro. “Da settembre ripartiremo con le lezioni in presenza ma consentiremo anche un’integrazione con una didattica a distanza perché abbiamo il problema di affollamento delle aule, quindi ci saranno delle alternanze, e dall’altro abbiamo il problema degli studenti stranieri e fuori sede che richiederanno la dad. Non dobbiamo lasciare nessuno indietro”. 

“Interverremo sulle tasse universitarie allargando la no tax area, fino a 20mila euro di reddito Isee non si pagheranno le tasse. Tra 20mila e 30mila ci saranno degli sconti molto importanti e poi ci saranno interventi specifici gestiti dalle singole università per intercettare le famiglie che hanno subito un calo di reddito improvviso e non fotografato dall’Isee”.

“Abbiamo incrementato il fondo per le borse di studio universitarie per fare in modo che ci sia un allargamento della modalità di accesso. Stiamo lavorando con la conferenza Stato-Regioni. Poi ci saranno dei bonus per colmare il digital divide”. “Sulla ricerca ci sarà inoltre un impegno importante, un grande piano finanziato dal governo”, ha aggiunto.

“Dopo aver cominciato con Medicina stiamo cercando di trasformare le lauree in lauree abilitanti in maniera tale che l’esame di laurea sia contemporaneamente un esame di Stato per l’accesso alla professione. Pensiamo a Odontoiatria, Farmacia e Veterinaria che già prevedono nel loro ordinamento molti tirocini. Presenterò questo disegno di legge nelle prossime settimane in Parlamento ma mi auguro che dal prossimo anno sia una realtà”.  

Trump contestato per le scelte militariste contro il dilagare delle manifestazioni

0

Il presidente Usa ribadisce “Legge e ordine” e ingaggia uno scontro con i media americani

Donald Trump via social ribadisce il suo “Law & Order” mentre il movimento anti razziale dilaga nella capitale statunitense. Sempre sui social la prende con i canali CNN e MSDNC: “Stanno facendo tutto il possibile per “infiammare” la folla. Fortunatamente hanno un pubblico molto piccolo”.

Intanto sono sempre gli organi di stampa americani a riportare fonti del Pentagono ed asseriscono che il presidente Trump avrebbe voluto un dispiegamento di 10 mila soldati per le strade di Washington e di altre città americane per spegnere le proteste.

Il Tycoon avrebbe avanzato la richiesta in un meeting alla Casa Bianca, respinta dal segretario alla Difesa, Mark Esper, e dal capo di Stato maggiore delle Forze armate americane, Mark Milley.


    Esper alla fine mise a disposizione circa 1.600 militari nella regione di Washington pronti a supportare i 5.000 uomini della Guarda nazionale. Ma giovedì sera quei 1.600 sono stati richiamati.

Milley, nel corso di un confronto molto teso con Trump, avrebbe quindi contestato la legalità di un eventuale decreto del presidente per mobilitare le truppe e avrebbe effettuato una serie di chiamate al Congresso per allertare sulle richieste di Trump, compresa una telefonata alla speaker Pelosi e un’altra al leader dei senatori democratici Schumer.

L’America protesta contro il razzismo

0

Manifestazioni di tale portata non venivano organizzate dagli anni settanta. Nel nome di Floyd

L’ america si muove contro il razzismo nel nome di George Floyd, il mondo manifesta affinché fatti inquietanti come il caso di Minneapolis non accadano più. Occhi puntati su Washington per quella che si prevede sarà una delle marce più grandi svoltesi nella storia della capitale statunitense: è atteso, infatti, un milione di persone. Da New York a Washington dal Canada all’Australia tutti mobilitati per la grande onda.

Sarà dunque una sfida al razzismo, alla polizia violenta, ma anche a Donald Trump, che ha fatto erigere un vero e proprio muro di barriere e recinzioni per difendersi dall’assedio e dalle contestazioni.

Il presidente è furioso: sa che l’ondata di proteste e disordini sociali stanno mettendo in difficoltà la sua corsa per la rielezione. Ma con le sue esternazioni e i suoi post, il tycoon finisce per alimentare polemiche e tensioni. Come quando, commentando il sorprendente boom dell’occupazione a maggio, davanti alle telecamere ha detto: “Oggi è un grande giorno per George Floyd.

Lui ci guarda dal paradiso e sta lodando l’economia americana”. Parole che hanno scatenato l’ennesima bufera di critiche, cui Trump ha risposto: “Il mio piano contro il razzismo è un’economia forte”. “Spregevole”, il lapidario commento del suo rivale alle Presidenziali, il dem Joe Biden.

Pd e Conte sempre più vicini

E quanto è emerso dalla video conferenza tra Zingaretti, Orfini, Orlando e la delegazione di ministri. Nessun punto di frattura

Avanti tutta con il presidente Conte, dalla videoconferenza tra il segretario Zingaretti, il vice segretario Orlando, i capigruppo di Camera e Senato e la delegazione dei ministri è emerso la volontà di continuare con l’attuale premier. Si sfata quindi ogni voce che vuole una frattura pur se minima tra le forze di maggioranza.

Così dal Pd fanno sapere dopo la riunione di stamane al Nazareno: “Non possiamo sbagliare. Ogni risorsa va utilizzata nel modo più efficace per risollevare e cambiare positivamente lo sviluppo della nazione. Siamo favorevoli dunque all’apertura di un processo che coinvolga appieno realmente, e non in maniera superficiale, le migliori energie produttive, sociali e intellettuali italiane per definire in tempi certi e con obiettivi chiari gli indirizzi concreti e strategici da assumere nei prossimi mesi. Allargando il confronto a tutte le forze politiche democratiche disponibili”.


Intanto scrive il leader di Iv Matteo Renzi.“Mentre si parla di Stati Generali e si leggono tensioni tra il Pd e il Premier (è bastato fare l’accordo con Italia Viva e subito altri hanno iniziato a prendere le distanze dal Primo Ministro, chissà perché) noi abbiamo delle proposte concrete: sulle aziende, sul fisco, sulla giustizia, sull’Europa, sulla politica internazionale. E soprattutto noi abbiamo una visione da offrire, non solo singole ricette”. Per ribalto quindi dobbiamo aspettare.

Il decreto scuola è legge, la camera approva

L’aula della Camera ha approvato con 245 voti a favore il decreto sulla scuola. I contrari sono stato 122.

È legge il decreto sulla scuola che disciplina gli Esami di Stato conclusivi del I e del II ciclo di istruzione, la valutazione finale degli alunni, la conclusione dell’anno scolastico 2019/2020 e l’avvio del 2020/2021, le procedure concorsuali straordinarie per la Scuola secondaria di I e II grado. “È un provvedimento nato in piena emergenza che consente di chiudere regolarmente l’anno scolastico. Ora definiamo le linee guida per settembre, per riportare gli studenti a scuola in presenza e in sicurezza”, dice Azzolina.

Il decreto, che era stato approvato al Senato il 28 maggio scorso, ha ricevuto oggi il via libera definitivo dalla Camera dei Deputati. “Il testo è stato migliorato durante l’iter parlamentare grazie al lavoro responsabile della maggioranza di governo. Con l’obiettivo di mettere al centro gli studenti e garantire qualità dell’istruzione”, ha spiegato la ministra dell’istruzione Lucia Azzolina.

Da esami III media a maturità, voti e supplenze veloci
Tutte le novità introdotte al decreto scuola divenuto oggi legge
È legge il decreto sulla scuola che disciplina gli Esami di Stato conclusivi del I e del II ciclo di istruzione, la valutazione finale degli alunni, la conclusione dell’anno scolastico 2019/2020 e l’avvio del 2020/2021, le procedure concorsuali straordinarie per la Scuola secondaria di I e II grado. Il decreto, che era stato approvato al Senato il 28 maggio scorso, ha ricevuto oggi il via libera definitivo dalla Camera dei Deputati – 245 voti a favore 122 contrari – dopo l’ostruzionismo fortissimo portato avanti nei giorni scorsi dall’opposizione, in particolare dalla Lega, culminato con una bagarre in Aula, uno striscione “Azzolina bocciata” mostrato alla Camera e la seduta proseguita per tutta la notte.

“È un provvedimento nato in piena emergenza che consente di chiudere regolarmente l’anno scolastico in corso. Il testo è stato migliorato durante l’iter parlamentare grazie al lavoro responsabile della maggioranza di governo con l’obiettivo di mettere al centro gli studenti e garantire qualità dell’istruzione. Ora definiamo le linee guida per settembre, per riportare gli studenti a scuola, in presenza e in sicurezza”, ha commentato la Ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina. Questi i punti principali del provvedimento:

* Esami di Stato e valutazione finale degli alunni Il decreto contiene la cornice normativa per lo svolgimento degli Esami di Stato conclusivi del I e II ciclo e per la valutazione finale degli studenti. In seguito dell’emergenza coronavirus sono state infatti previste misure specifiche e semplificate per questo anno scolastico. In particolare, l’Esame di Stato del I ciclo coincide con la valutazione finale da parte del Consiglio di classe, che terrà conto anche di un elaborato consegnato e discusso online dagli studenti. Mentre per la maturità è prevista la sola prova orale in presenza.

* Voti alla scuola primaria, si cambia Tornano i giudizi descrittivi, alla scuola primaria, al posto dei voti in decimi. La novità sarà reintrodotta dal prossimo anno scolastico. Una successiva Ordinanza del Ministero dell’Istruzione darà alle scuole tutte le indicazioni operative. * Più tutele per gli alunni con disabilità I dirigenti scolastici, sulla “base di specifiche e motivate richieste da parte delle famiglie degli alunni con disabilità”, tenuto conto della particolarità di questo anno scolastico, dopo aver sentito i Consigli di classe e acquisito il parere del Gruppo di lavoro per l’inclusione della loro scuola, potranno consentire “la reiscrizione dell’alunno al medesimo anno di corso frequentato nell’anno scolastico 2019/2020”. Questo consentirà di recuperare il mancato conseguimento degli obiettivi didattici e inclusivi per l’autonomia, stabiliti nel Piano educativo individualizzato.

* Privatisti, novità per chi fa l’Esame a settembre I candidati privatisti che dovranno sostenere l’Esame del II ciclo nella sessione straordinaria di settembre, in attesa di conseguire il diploma, potranno partecipare con riserva alle prove di ammissione ai corsi di laurea a numero programmato e ad altre prove previste dalle Università, o alla formazione superiore post diploma. Potranno partecipare con riserva anche a procedure concorsuali pubbliche, selezioni e procedure di abilitazione per le quali sia richiesto il diploma di II grado.

* Edilizia scolastica, poteri speciali ai sindaci Velocizzata l’esecuzione degli interventi di edilizia scolastica: fino al 31 dicembre 2020 i sindaci e i presidenti delle Province e delle Città metropolitane potranno operare con poteri commissariali.

* Precari, come cambia il concorso straordinario Cambia il concorso straordinario per l’ingresso nella Scuola secondaria di I e II grado. I docenti che hanno i requisiti per partecipare non sosterranno più una prova a crocette, ma una prova con quesiti a risposta aperta, sempre al computer. La prova sarà diversa per ciascuna classe di concorso. Il bando di concorso, già pubblicato in Gazzetta Ufficiale a fine aprile, sarà modificato tenendo conto delle novità introdotte. Le prove si svolgeranno appena le condizioni epidemiologiche lo consentiranno. Ai vincitori di concorso immessi in ruolo nel 2021/2022 che rientrano nella quota di posti destinati all’anno scolastico 2020/2021 sarà riconosciuta la decorrenza giuridica del contratto, anche ai fini dell’anzianità, dal 1° settembre 2020.

* Supplenti, le graduatorie diventano provinciali e digitali Le graduatorie dei supplenti saranno aggiornate, ma anche provincializzate e digitalizzate. Si attuerà, perciò, quanto previsto dal decreto scuola di dicembre, con una semplificazione per garantire l’attuazione delle nuove regole in tempo per il nuovo anno scolastico: il Ministero potrà emanare un’apposita Ordinanza, anziché muoversi per via regolamentare. La provincializzazione consentirà di sgravare le segreterie delle istituzioni scolastiche: saranno gli Uffici territoriali del Ministero a seguire il processo e assegnare le supplenze. La presentazione delle domande sarà informatizzata; le supplenze saranno assegnate più rapidamente.

Prove di collaborazione tra opposizione e maggioranza

Bene per Tajani, anche per Di Maio purché non si facciano polemiche

“Il Centrodestra ha sempre accettato l’invito di Conte a Palazzo Chigi. Forza Italia è stata sempre disposta a collaborare, ma per collaborare dobbiamo lavorare insieme. La maggioranza invece pone la fiducia e respinge i nostri emendamenti. Noi abbiamo risposto positivamente all’appello del Capo dello Stato per rilanciare il Paese superando le divisioni, ma il Governo deve fare la sua parte”. Lo afferma il vicepresidente di Forza Italia Antonio Tajani ospite a “Settegiorni”. “È un bene che il tema economico sia entrato per tutti nel dibattito politico”, lo scrive il ministro degli Esteri Luigi Di Maio su Facebook all’arrivo a Lubjana. “Chiedo solo una cosa: sì al dialogo, no alle polemiche. Non è questo il momento. Lavoriamo e rimaniamo concentrati, diamo soluzioni e risposte concrete agli italiani”. Ad avere perplessità sulla tenuta di un’eventuale collaborazione tra opposizione e maggioranza è sempre il duo Salvini-Meloni che hanno per il rilancio del paese idee divergenti

Bologna, migliaia di fans di Vasco truffati nell’acquisto dei biglietti del tour

La polizia che sta conducendo le indagini parlano della clonazione dei siti d’acquisto on line

La polizia ha individuato un sodalizio di cyber criminali che aveva clonato il sito di un’importante agenzia di vendita di ticket on-line. Circa 1400 fan che avevano acquistato i biglietti del tour 2018 di Vasco Rossi erano stati stati truffati. Il tour in questione era “Non stop live 2018”, registrando numeri da record: 10 tappe per un totale di 455.000 spettatori. Per molti fan però gli eventi del tour hanno riservato una amara sorpresa.Il giorno del concerto hanno realizzato, con loro grande delusione, che presso i varchi non vi era alcuna biglietteria e che il codice in loro possesso non era valido. Da qui le indagini che hanno evidenziato il meccanismo di clonazione del sito che vendeva i biglietti dell’artista, indagini condotte dalla polizia di Bologna

Vaticano, Arrestato imprenditore molisano

Il reato ipotizzato dall’ oltretevere è l’estorsione da 15 milioni di euro per un immobile a Londra

Arresto di Gianluigi imprenditore molisano nell’ambito delle indagini sull’acquisto del palazzo di Sloane Avenue a Londra da parte della Santa Sede. Estorsione da 15 milioni al Vaticano. L’ipotesi che emerge dall’inchiesta di Oltretevere , stando alle ricostruzioni dell’accusa sarebbe entrato in contatto con la Segreteria di Stato per aiutarla a risolvere l’impasse della partecipazione al fondo Athena di Raffaele Mincione, partecipazione finanziata con i soldi dell’Obolo di San Pietro – destinati ai poveri – e costata alle casse vaticane – sempre secondo quanto ricostruito dagli inquirenti – perdite per svariati milioni di euro. Il broker ora agli arresti, però, stando alle accuse si sarebbe ben presto trasformato nell’uomo in grado di tenere in pugno la segreteria di Stato fino a portare a compimento una estorsione di 15 milioni.

A mettere Torzi nelle condizioni di portare a segno un’estorsione al Vaticano è la truffa che, sempre secondo gli investigatori, l’imprenditore avrebbe commesso ai danni della Segreteria di Stato. In particolare, a quanto apprende l’Adnkronos, Torzi, che con la sua Gutt Sa aveva triangolato per la Santa Sede l’acquisto da Mincione dell’immobile di Londra al centro dell’inchiesta, avrebbe trattenuto senza farlo sapere alla Segreteria di Stato mille azioni (le uniche con diritto di voto) della società, con ciò impedendo di fatto al Vaticano (cui aveva ceduto 30mila azioni ma senza diritto di voto) di disporre del palazzo.

Germania, i turisti tedeschi verranno in Italia nella prossima stagione estiva

La visita del ministro Di Maio sortisce un primo effetto positivo per gli operatori turistici

Come anticipato nei giorni il ministro degli Affari Esteri italiano Luigi Di Maio ha incontrato l’omologo tedesco Heiko Maas. L’incontro, il primo di tre meeting importanti per l’Italia ha dato i suoi primi frutti. Già dal 15 giugno i cittadini tedeschi potranno varcare i confini italiani per trascorrere le proprie vacanze nel bel paese.

Un risultato che potrebbe in qualche modo salvare la stagione estiva alle migliaia di operatori turistici che vedono un futuro nero per le proprie entrate.

I due ministri lo hanno dichiarato in una diretta facebook ripresa anche dalla pagina del ministro pentastellato.

Altri due incontri nell’agenda del ministro Di Maio, Slovenia e Grecia.