Almanacco

Almanacco del giorno stesso, 28 novembre 2022

Oggi la chiesa celebra San Giacomo della Marca Religioso e sacerdote, nel 2010 Il sito Wikileaks pubblica 250mila documenti segreti

San Giacomo della Marca Religioso e sacerdote al secolo Domenico Gangala nasce il 1 settembre 1393 a Monteprandone Ascoli Piceno e muore il 28 novembre 1476 a Napoli.

S. Giacomo della Marca nacque a Monteprandone, provincia di Ascoli Piceno, da poveri genitori. Studiò in varie città delle Marche e dell’Umbria e fu maestro di scuola.

A vent’anni, preso dalla bellezza dell’ideale francescano, abbandonò il mondo ed entrò in religione. Il suo primo maestro fu S. Bernardino da Siena. E di tanto padre il nostro Giacomo (al secolo Domenico) sarà degno figlio. Come lui predicatore, lo imitò nello zelo e nella santità.

La sua vita, dal lato umano, è un romanzo d’avventure. Girò l’Europa e specialmente l’Italia, l’Ungheria, l’Austria, la Boemia e in alcuni paesi fondò pure dei conventi. Ovunque predicò e combattè eresie, sempre obbediente alla volontà del Pontefice, che lo spostava da una regione all’altra. Ma il suo principale campo di lotta fu l’Italia, dove combattè la setta dei « Fraticelli », predicò quaresime, illustrò concili e congressi con la sua presenza e l’autorità della sua parola.

All’Aquila, dove era andato per venerare il suo amato maestro S. Bernardino, pregando nel nome di Gesù, ottenne sulla pubblica piazza una sessantina di miracoli. Rimase nascosto per ordine del Vescovo, il quale temeva gli eccessi della folla entusiasta. Andato a Napoli vi morì poco dopo, il 28 novembre 1476.

Predicazione e pellegrinaggio

Per più di trent’anni girò per città e villaggi a predicare, mangiando solo un tozzo di pane, poche fave e qualche cipolla che portava sempre con sè nella bisaccia. S. Bernardino gli raccomandava spesso di nutrirsi e lo esortava a mangiare un poco di minestra, ma lui non se ne dava per inteso e continuava a digiunare ogni giorno. Dormiva pochissimo: un paio d’ore per sera e si levava sempre quando gli altri andavano a riposare. Per dieci anni portò il cilicio sulla nuda carne e ogni notte si batteva con la disciplina.

Durante tutta la sua vita di religioso osservò la castità in modo perfetto, tuttavia fu tormentato per ben trent’anni da forti tentazioni, dalle quali lo liberò la Vergine di Loreto.

Nelle sue molte peregrinazioni fu imprigionato varie volte, assalito e malmenato dagli eretici, ma non desistette mai dai suoi propositi; mai mostrò rancore verso i suoi nemici; sempre li perdonò, pur combattendo strenuamente i loro errori.

Nell’ultima malattia, sentendo ormai la morte vicina, chiese i sacramenti e si spense nel nome di Gesù invocando dai presenti il perdono dei suoi falli.

Altri Santi

Fu beatificato da Urbano VIII nel 1624 e canonizzato nel 1726 da Benedetto XIII.

Santa Fausta Romana, vedova

San Giacomo della Marca Sacerdote

San Gregorio III, Papa

San Sostene, discepolo di Paolo

Accadde oggi

1520– Dopo aver navigato attraverso lo stretto sudamericano, tre navi al comando dell’esploratore portoghese Ferdinando Magellano raggiungono l’Oceano Pacifico.

1680– Muore Gian Lorenzo Bernini, il creatore della Roma barocca, soprannominato “il Michelangelo del suo secolo”. Autore di numerosi capolavori – “Apollo e Dafne”, “Estasi di Santa Teresa” – Bernini entra nella Basilica vaticana per realizzare il “baldacchino di San Pietro”, e ne esce per disegnare il colonnato, metafora dell’abbraccio cattolico al mondo. Il massimo genio del barocco in scultura, celebre per l’impeccabile naturalismo delle forme corporee e la profonda espressività dei volti dei suoi gruppi marmorei. Nato a Napoli e morto a Roma.

1947– L’Organizzazione delle Nazioni Unite approva la risoluzione 181 per la creazione dello Stato d’ Israele. Prevede la divisione della Palestina in tre parti: uno Stato ebraico, uno palestinese e una zona internazionale con Gerusalemme e Betlemme.

1954– Muore a Chicago il fisico italiano Enrico Fermi. Tra la fine degli anni ’20 e quella degli anni ’30 si forma attorno a lui il gruppo dei giovani scienziati noto come “i ragazzi di via Panisperna”. Nel 1938, Fermi riceve il premio Nobel per la fisica “per la scoperta di nuove sostanze radioattive e per la scoperta del potere dei neutroni lenti”, ma la promulgazione delle leggi razziali da parte del governo fascista, che colpiscono la moglie, inducono Fermi a lasciare l’Italia per gli Stati Uniti.

1983– La sentenza per l’assassinio di Walter Tobagi suscita diverse polemiche. Marco Barbone e Paolo Morandini, autori pentiti dell’omicidio, sono condannati a otto anni e nove mesi e rimessi in libertà.

1992 – Con la condanna a 6 anni di reclusione di Mario Chiesa, ex presidente del Pio Albergo Trivulzio di Milano, si conclude il primo processo dell’era di Tangentopoli.

1994 –  La Norvegia decide con un referendum di non aderire  all’Unione Europea.

2005 – Il cinquantaduesimo pallone d’oro viene assegnato al calciatore brasiliano Roladinho.

2005 – Roberto Benigni viene insignito dell’Ordine al merito della Repubblica e il presidente Ciampi lo nomina Cavaliere di Gran Croce anche per il suo monologo che esalta la Costituzione Italiana come la più bella al mondo. 11 anni dopo lo stesso Benigni annuncerà di votare Sì al referendum sulla riforma che vuole distorcere quella Costituzione. Ma vinceranno i No.

2010 – Il sito internet Wikileaks pubblica 250mila documenti segreti inviati dalle ambasciate americane al  governo di Washington.