Bologna, sottoscritto accordo tra Comune e Regione Emilia-Romagna sulla legalità

Pubblicato oggi il bando rivolto ad associazioni e terzo settore per realizzare progetti in ambito scolastico ed extrascolastico

È stato sottoscritto in questi giorni l’accordo tra il Comune di Bologna e la Regione Emilia-Romagna per lo sviluppo del progetto Scuola di legalità democratica, cofinanziato con i fondi della Legge Regionale 18/2016 “Testo unico per la promozione della legalità e per la valorizzazione della cittadinanza e dell’economia responsabili”. Il progetto ha anche ottenuto il patrocinio di ANCI Emilia-Romagna e si avvale della collaborazione di Avviso Pubblico.

Gli obiettivi principali

Scuola di legalità democratica ha come obiettivo principale quello di porre al centro dell’azione di prevenzione e contrasto dei fenomeni criminali e illegali la formazione trasversale e la promozione di una cittadinanza attiva e responsabile, tra i giovani e nel mondo economico e professionale.

Il progetto si articola in tre azioni, ecco come

Cittadini in formAZIONE: percorso di educazione alla legalità in contesto scolastico ed extrascolastico (9-18 anni). Per rafforzare la prevenzione in relazione ad aree o soggetti a maggior rischio, si intende intensificare l’azione formativa nelle scuole, aumentando il numero di classi coinvolte rispetto al passato, e nei luoghi di aggregazione dei giovani. È stato pubblicato oggi il bando rivolto ad associazioni e organismi del terzo settore per la presentazione di proposte progettuali che abbiano l’obiettivo di promuovere la cultura della responsabilità etica e civica, attivando processi di conoscenza e consapevolezza sui temi della legalità democratica e della cittadinanza attiva e responsabile. Il bando scade alle 10 del 10 ottobre 2022.

Seconda azione

FormAZIONE a professionisti e dipendenti: un ciclo di incontri online dedicati ai professionisti e alla pubblica amministrazione, ma aperto a tutta la cittadinanza, previsto in autunno in collaborazione con Avviso Pubblico. Tale attività si pone l’obiettivo di sensibilizzare gli interessati su temi come contrasto alle mafie, anticorruzione, antiriciclaggio, valorizzazione dei beni sequestrati o confiscati, appalti, oltre ad attivare una consapevolezza e coscienza sociale sui fenomeni illeciti. Si tratta di una formazione che vuole incidere in maniera orizzontale sulla cittadinanza, creando un circolo virtuoso tra i vari attori del sistema. Sono previsti quattro momenti formativi specialistici, da 2 ore ciascuno, con un relatore ed un moderatore, da svolgersi attraverso piattaforma online ed in diretta streaming con videoregistrazione.

Terza azione

Attività di informazione, comunicazione e promozione del monitoraggio civico attraverso il sito internet dell’Osservatorio Comunale per la legalità e il contrasto alla criminalità organizzata. La pagina, finalizzata allo studio, ricerca, analisi e prevenzione dei fenomeni criminali e mafiosi presenti sul territorio comunale, verrà rinnovata e raccoglierà le attività svolte da tutto il Comune in materia di promozione della legalità, ponendosi come strumento di scambio di conoscenze e informazioni per i professionisti e la cittadinanza stessa. All’interno del sito verrà dato risalto anche ai fenomeni di subappalto, ai dati acquisiti dagli uffici in materia di riciclaggio e relativi indicatori, alle attività svolte negli Istituti scolastici o nei luoghi di aggregazione dei giovani, oltre ai contributi dei professionisti forniti nei corsi di formazione realizzati sui temi di interesse.