Macerata

Vicenza, controlli straordinari interforze sul territorio

Dagli accertamenti effettuati in aree nevralgiche della città sono stati adottati: fogli di via, allontanamenti dal territorio nazionale di extracomunitari o semplici avvisi orali

Si è conclusa nella mattinata di ieri una ulteriore fase delle Operazioni di Controllo Straordinario del Territorio disposte con Ordinanza dal Questore della Provincia di Vicenza Paolo SARTORI.

Le attività effettuate nei giorni scorsi si sono concentrate per lo più nelle “aree a rischio” del Capoluogo, anche a seguito di segnalazioni pervenute da alcuni cittadini che hanno denunciato la presenza, presso i giardini di Campo Marzio, di soggetti molesti, che assumerebbero spesso comportamenti inurbani ed a volte anche pericolosi per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica. Pertanto, pattugliamenti e controlli specifici sono stati effettuati in Campo Marzio, Via Gorizia, Viale Milano, Viale Torino, Giardini Salvi e tutta la zona del Quadrilatero, oltre che nelle vie del centro storico ed in zona FIERA, ove è in corso “VicenzaOro”

Lo scopo di queste attività operative è quello di contrastare, mantenendo una elevata visibilità della presenza delle Forze di Polizia, quei fenomeni di illegalità che causano una diffusa percezione di insicurezza nei cittadini, quali lo spaccio di stupefacenti, i reati contro il patrimonio ed in generale i fenomeni di microcriminalità connessi ai reati di tipo predatorio.

          L’intensificazione dei servizi – specie nelle ore pomeridiane e serali – ha consentito di contrastare efficacemente la presenza ingiustificata e, talvolta, illecita di soggetti che, con i loro comportamenti prevaricatori, infastidiscono i residenti ed i passanti, ed arrecano danno ai commercianti della zona.  Costoro, intenti a bivaccare sulle panchine, a consumare alcolici ed a disturbare persone ed attività commerciali, sono stati identificati ed allontanati dal Capoluogo con Misure di Prevenzione Personali ed altri provvedimenti analoghi disposti dal Questore.

Nel corso delle varie fasi dell’operazione di Polizia – effettuate con l’impiego di uomini e donne appartenenti alla Questura di Vicenza, all’Arma dei Carabinieri, alla Guardia di Finanza, alla Polizia Locale del Capoluogo ed al Reparto Prevenzione del Crimine della Polizia di Stato– sono stati controllati 31 autoveicoli e 112 persone, di cui 37 straniere e 21 con precedenti penali e/o di Polizia, nonché 4 Esercizi pubblici.

.Al termine delle attività operative, il Questore SARTORI ha adottato i seguenti Provvedimenti:

  • Avvisi Orali (Misura di Prevenzione prevista dal Codice delle leggi antimafia) nei confronti di altrettanti cittadini italiani e stranieri con precedenti penali e/o di Polizia per reati di varia natura, specie contro il patrimonio, contro la persona ovvero per spaccio di sostanze stupefacenti, i quali, a causa dei precedenti a loro carico, denotano una spiccata pericolosità sociale;
  • Fogli di Via obbligatori (dal Comune di Vicenza) nei confronti di altrettanti soggetti socialmente pericolosi e che, per di più, non hanno alcun legame con il territorio nel quale sono stati rintracciati. Per questi motivi sono stati diffidati a lasciarlo con obbligo di non farvi rientro per un periodo di tre anni.
  • Decreti di allontanamento dal Territorio Nazionale nei confronti di altrettanti cittadini extracomunitari che, durante i controlli, sono risultati irregolari in Italia e con a proprio carico pregiudizi Penali e/o di Polizia. A seguito degli accertamenti esperiti da parte dell’Ufficio Immigrazione, il Questore ha emesso altrettanti Decreti di allontanamento, ordinando a queste persone di lasciare il territorio entro 7 giorni; in caso non ottemperassero, costoro verranno denunciati alla Procura della Repubblica ed accompagnati coattivamente verso il Paese di origine;

“Il controllo sistematico dei parchi e delle aree urbane ove i cittadini hanno segnalato la presenza di soggetti molesti ovvero intenti a commettere attività illecite è di fondamentale importanza per monitorare eventuali presenze di soggetti dediti alla commissione di attività criminali o comunque pericolose per l’ordine e la sicurezza pubblica e dare così una concreta risposta alle esigenze della cittadinanza– ha evidenziato il Questore Paolo Sartori al termine delle operazioni. Allo stesso modo, le attività di intervento in fase preventiva nel fine settimana e nelle ore notturne, allorché le aree urbane sono caratterizzate da una più consistente presenza di persone, soprattutto nel periodo estivo, sono indispensabili al fine di garantire maggiore tranquillità ai cittadini, rendendo nel contempo più concreta la percezione di sicurezza”.