Arezzo, al via il “sipario” del teatro digitale

Sei spettacoli, quattro in inglese e due in francese fruibili gratuitamente dagli studenti grazie alla Klimax Theatre Company

Comune di Arezzo e Klimax Theatre Company hanno sottoscritto un accordo di partenariato per la distribuzione gratuita dei contenuti della piattaforma digitale Klimax Stream, progetto di teatro in lingua straniera, destinato alle classi quarte e quinte delle elementari e a tutte le scuole medie e superiori pubbliche e paritarie.

Gli studenti aretini potranno così fruire, seduti nelle rispettive aule e senza pagare il biglietto, di sei spettacoli, di cui quattro in inglese – Switch&Play, Social Network, Sir Smith, Shakespeare is back – e due in francese – La vie Virtuelle, Monsieur Gilliard – illimitatamente e in qualsiasi momento nel corso dell’anno scolastico 2022/2023.

È un processo a cascata quello previsto dall’apposita convenzione: Klimax fornirà al Comune le credenziali di accesso alla piattaforma, il Comune a sua volta le girerà direttamente alle scuole che le metteranno a disposizione dei docenti e delle classi interessate.

Ma non si tratta solo di un palcoscenico online. La compagnia Klimax Theatre Company, nata dall’idea dell’attore, drammaturgo e regista teatrale Luca Varone, grazie alla creazione di spettacoli ad hoc e al lavoro di attori madrelingua, ambisce a far sì che le nuove generazioni possano avvicinarsi, con gli strumenti della transizione digitale, sia al teatro inteso in senso classico sia alle sperimentazioni e innovazioni dello stesso linguaggio teatrale.

Klimax Stream esordisce inoltre nella primavera del 2020, in piena pandemia, con i teatri chiusi e gli studenti costretti a rinunciare alla loro fruizione come fonte alternativa alla didattica tradizionale.  Lo streaming, subito rivolto alle scuole di ogni ordine e grado attraverso qualsiasi dispositivo digitale, dalla LIM in classe al cellulare dello studente, si è rivelato vincente proprio per avere sopperito a questa mancanza. Adesso l’obiettivo è diffonderlo in tutte le regioni, in quanto il progetto è volto a supportare la cultura e l’apprendimento delle lingue inglese e francese nelle scuole, utilizzando un nuovo linguaggio teatrale di completamento e/o sostituzione alla consuetudinaria partecipazione live agli spettacoli matinée.

Accanto agli spettacoli, l’interattività della piattaforma si apre ad altre funzionalità: trattare topic

importanti per gli studenti e informarli su cyberbullismo, dipendenza digitale, educazione civica,

letteratura straniera, con contenuti di approfondimento, studio e ricerca. Fornendo al tempo stesso materiale didattico digitale e questionari per valutare l’apprendimento in tempo reale, fungere da vero e proprio laboratorio linguistico e da spazio di confronto e connessione real-time tra studenti.