Padova, sequestrati 202 mila articoli per la scuola e per l’ufficio non conformi

Controlli intensificati da parte delle fiamme gialle in vista dell’ avvio dell’anno scolastico su tutti i prodotti commercializzati

L’incremento degli approfondimenti svolti ha permesso di riscontrare, presso un grossista sito nella zona industriale di Padova, articoli per la scuola e per l’ufficio irregolari, in quanto carenti delle informazioni minime dirette al consumatore previste dal Codice del Consumo. Tali prodotti, di origine cinese, prevalentemente penne, pennarelli, matite e gomme, venivano immessi in commercio senza alcuna indicazione delle caratteristiche merceologiche del prodotto, dell’eventuale presenza di materiali o sostanze che possono arrecare danno all’uomo, alle cose o all’ambiente, dei dati dell’importatore o del produttore e, in alcuni casi, con informazioni in lingua cinese.

Per tali irregolarità riscontrate, si è proceduto al sequestro amministrativo dei 202.000 articoli non in regola e alla segnalazione del legale rappresentante della società alla Camera di Commercio di Padova per l’avvio del procedimento amministrativo sanzionatorio.

Ulteriori accertamenti sono ancora in corso per risalire ai canali di approvvigionamento della merce.

L’attività delle Fiamme Gialle di Padova si inserisce nel più ampio novero dei compiti istituzionali della Guardia di Finanza a tutela del mercato dei beni e servizi e della libera concorrenza, orientati al contrasto dei fenomeni illeciti che minacciano la proprietà industriale, il “Made in Italy”, il diritto d’autore e la sicurezza dei consumatori.