Archeotreno Napoli Paestum

Archeotreno raggiunge gli scavi di Paestum

Un treno storico da Napoli Centrale al sito Archeologico patrimonio Unusco

Viaggia in treno storico, a bordo di carrozze Centoporte e Corbellini rispettivamente degli anni ’30 e ’50, dal centro di Napoli verso l’area archeologica di Paestum, dichiarata dall’UNESCO patrimonio mondiale dell’umanità. Costeggiando il litorale vesuviano si potrà ammirare sulla sinistra il vulcano che domina il paesaggio circostante e sulla destra il suggestivo Golfo di Napoli.

Dopo la partenza e un primo breve stop a Pietrarsa, sede del Museo Ferroviario Nazionale, l’Archeotreno costeggia Pompei e prosegue verso il Cilento, fino a raggiungere Paestum.

Il sito archeologico di Paestum è celebre soprattutto per i templi dorici che testimoniano la sua origine greca: la città nasce infatti alla fine del VII sec a.C. come Poseidonia, uno dei principali centri commerciali della Magna Grecia. Oggi i viaggiatori potranno ammirare i resti imponenti dei templi, ma anche dell’anfiteatro, della cittadina e delle mura che la circondavano.

La ripartenza del treno storico è prevista alle ore 18:00 dalla stazione di Paestum alla volta di Napoli Centrale.

Dal 1 maggio 2022 per viaggiare a bordo dei treni storici è obbligatorio indossare mascherina di tipo FFP2 o superiore per la protezione del naso e della bocca. La violazione di tali obblighi comporta l’intervento delle forze dell’ordine e l’interruzione del servizio alla prima stazione utile.

A seguito delle disposizioni emanate dalle Autorità competenti, al fine di massimizzare la tutela della salute di viaggiatori e dipendenti, Fondazione FS ha attivato misure e iniziative in materia di prevenzione della diffusione del Coronavirus.