Taranto, ordinanza a tutela della nidificazione della tartaruga marina del tipo “caretta caretta” nei pressi dello stabilimento Bahia

La misura intende salvare le 90 uova deposte sul litorale, niente fuochi o stazionamenti in loco tali da rovinare il momento della schiusa

sempre di più si cerca di tutelare gli ambiti di competenza territoriale del comune, in special modo a riguardo della tutela della nidificazione della tartaruga marina “Caretta Caretta”. L’idea di un’ordinanza a tutela dei nidi delle tartarughe, che ricordiamo sono a rischi estinzione, parte da una comunicazione del WWF datato 6 luglio scorso sottolineava che presso il lido Bahia del Sol — isola amministrativa di Taranto (40.199541N — 17.256332E) era stato individuato un nido di tartaruga marina Caretta Caretta con circa 90 uova depositate.

Da qui parte l’esigenza di garantire  la  massima tutela del sito e  la sorveglianza e monitoraggio da parte dei volontari appartenenti alle Associazioni WWF Taranto e Guardie Zoofile, tutela che viene garantita attraverso l’ordinanza, nello specifico è fatto divieto, dal 16 agosto 2022 e fino alla schiusa delle uova sulla spiaggia indicata, come sito di nidificazione della tartaruga “caretta  caretta” di:

occupare la zona di spiaggia circoscritta dalla recinzione posta a tutela del nido, con ombrelloni, sedie, sedie a sdraio, mezzi nautici ed ogni altra attrezzatura simile od assimilabile; a tale riguardo è dato mandato al WWF Taranto di delimitare l’area e predisporre corridoio con ombreggianti sino al bagnasciuga per facilitare il percorso in acqua delle tartarughe;

occupare l’arenile nei 10 metri nell’intorno della nidificazione con strutture tali da rappresentare ostacolo al transito del personale addetto alla sorveglianza del sito, a tale riguardo sono stati posizionati idonei cartelli indicanti il rispetto dello stato dei luoghi e comportamenti adeguati alla tutela del nido;

lasciare natanti in sosta ad eccezione di quelli destinati alle operazioni di assistenza e salvataggio che comunque non devono recare danni al sito;

lasciare, oltre il tramonto del sole, nelle aree consentite, ombrelloni, sedie a sdraio, tende o altre attrezzature comunque denominate;

praticare qualsiasi gioco (per esempio: giochi con palla, tennis da spiaggia, pallavolo, basket, bocce, ecc.);

condurre senza guinzaglio o far permanere in liberta qualsiasi tipo di animale, anche se munito di museruola nell’intorno del nido. Sono esclusi dal divieto i cani di salvataggio al servizio di addetti appositamente formati ed i cani guida per i non vedenti che comunque non possono essere lasciati liberi di circolare.

tenere ad alto volume radio e, in generale, apparecchi di diffusione sonora;

praticare attivita o tenere comportamenti, anche attraverso giochi, suoni provenienti da terra o da mare che rechino danno, molestie o disturbo;

gettare o abbandonare rifiuti o materiali di qualsiasi natura;

circolare con veicoli, anche non a motore;

il posizionamento in opera di recinzioni, tubazioni, cavi elettrici, gavitelli, boe, piattaforme, zattere e simili o eseguire qualsiasi innovazione anche mediante movimenti di sabbia che non siano funzionali alla salvaguardia e tutela del nido;

I’accensione fuochi sull’arenile, tenere, utilizzare e trasportare bombole a gas, stufe a petrolio e simili, e qualsiasi prodotto infiammabile o inquinante;

transito o sosta con veicoli a motore di qualsiasi genere ad eccezione dei mezzi destinati al soccorso;

installazione di tende, roulotte e altri impianti destinati predisposti ad attivita di campeggio;

lo svolgimento di gare, tornei ed altre attivita organizzate;

svolgimento di attivita pirotecniche;

manifestazioni di qualsiasi genere;

pubblicita di qualsiasi tipo, anche mediante riproduzione fonica da imbarcazioni e distribuzione e/o lancio di volantini ovvero altro materiale;

le manifestazioni considerate di forte impatto sonoro o che inducono propagazione di vibrazioni nel suolo;

sono consentite le attivita istituzionali o promosse dall’Amministrazione Comunale e da altri organi istituzionali finalizzati alla salvaguardia dell’ambiente ed alla migliore tutela del sito