Napoli, la Polizia Ambientale eleva multe per shopper illegali e per abbandono di rifiuti in strada

Continua la lotta all’inquinamento da parte della sezione ambientale della Polizia Locale partenopea, soprattutto nel periodo estivo

Gli agenti del reparto Tutela Ambientale della Polizia Locale di Napoli hanno sorpreso nella zona di corso Umberto un cittadino napoletano mentre consegnava ad un negozio di macelleria alcuni pacchi di buste per la spesa fuorilegge, cioè in plastica non biodegradabile e non compostabile, ormai vietati dalle norme in vigore. Come previsto dal Codice dell’Ambiente l’uomo ha subito una sanzione di 5.000 euro e il sequestro del materiale illegale: 17 confezioni di buste per un peso di quattro quintali.

Nel quartiere di Poggioreale, in via del Riposo, gli agenti della Tutela Ambientale hanno raccolto la segnalazione di un cittadino che si era accorto di un furgone fermo da cui venivano scaricati sul marciapiede cartoni e imballaggi. Il reparto investigativo ha accertato che il furgone era stato noleggiato e utilizzato per abbandonare rifiuti; è stato individuato il responsabile che ha ricevuto una sanzione di 500 euro e l’ordine di ripulire il marciapiedi dai rifiuti.