Perquisizione in casa di Donald Trump da parte dell’FBI

A riferirlo è lo stesso ex presidente che definisce l’atto ”Un attacco alla sua candidatura”

L’Fbi perqusisce la tenuta di Donald Trump a Mar-a-Lago, in Florida. A riferirlo è stato proprio l’ex presidente, sostenendo che l’azione è una  «perquisizione politica e un attacco alla mia candidatura». Trump non ha spiegato le motivazioni dell’operazione “la mia bella casa di Mar-a-Lago a Palm Beach, in Florida, è stata perquisita e occupata da numerosi agenti dell’Fbi – ha scritto in una nota -. Dopo aver lavorato e collaborato con le agenzie governative competenti, questo raid senza preavviso a casa mia non era necessario o appropriato». Secondo indiscrezioni l’Fbi erano alla ricerca di documenti classificati e trafugati dallo stesso Tycoon poco prima di lasciare la residenza.