Catania, rissa con sparatoria in arresto 5 persone

Le fasi salienti delle colluttazioni riprese da un video posta dinanzi al locale

Arrestate a Catania 5 persone per rissa e lesioni personali, aggravate dall’uso di armi, detenzione e porto in luogo pubblico di più armi comuni da sparo nonché di maltrattamenti in famiglia e danneggiamento.

In particolare la notte del 21 aprile 2022, nei pressi di un locale notturno del centro c’è stato lo scontro fisico tra due gruppi di persone poi finito con il ferimento da colpi di armi da fuoco di due partecipanti alla rissa di cui uno minorenne.

Le indagini della Squadra mobile hanno permesso, attraverso la visione di immagini raccolte dai sistemi di videosorveglianza, di ricostruire subito una parte dell’accaduto, anche grazie ai rilievi della Polizia scientifica che dall’analisi dei bossoli trovati sul luogo del reato, ha consentito di stabilire l’uso di due pistole, una di calibro 7,65 e l’altra di calibro 40.

Successivamente i poliziotti, anche in base alle testimonianze raccolte, sono riusciti ad avere un quadro completo della violenta aggressione scaturita da precedenti dissapori tra alcuni giovani, vicini al clan “Mazzei” che avrebbero impedito, pochi giorni prima, ad un noto cantante neo-melodico catanese di esibirsi in un locale insieme ad un trapper. Questo episodio ha causato la rivalsa della parte offesa che ha organizzato la spedizione punitiva con un gruppo di giovani vicini al clan dei “Cappello-Bonaccorsi”.

L’attività investigativa oltre a ricostruire i fatti e a consentire l’identificazione e l’arresto degli autori della rissa, ha permesso di scoprire anche un’altra vicenda riguardante i maltrattamenti in famiglia da parte di uno degli arrestati il quale aveva esploso anche alcuni colpi di arma da fuoco contro l’auto di un familiare.