Politiche, Week end tra accordi con la “Sinistra Italiana” ed “Impegno civico”, l’addio di Calenda

Un fine settimana convulso, ormai il Pd non riesce più a seguire una linea tra le esigue percentuali che i movimenti portano in dote

Le alleanze sembrano ormai un problema squisitamente del centro sinistra, in un fine settimana Enrico Letta disfa e costruisce alleanze, sapendo di produrre malumori che arrivano a queste dichiarazioni “E’ una delle decisioni più sofferte, la più sofferta – ha spiegato -. Non mi sento a mio agio con questo, non c’è dentro coraggio, bellezza, serietà e amore. Così ho comunicato ai vertici del Pd che non vado avanti con questa alleanza”. Così Carlo Calenda annuncia l’accordo saltato tra “Azione” e PD, tutta colpa delelle ultime intese raggiunte dallo stesso Letta. Quest’ultimo ha così dichiarato l’annuncio del segretario di “Azione” : “Mi pare che l’unico alleato possibile per Calenda sia Calenda”.

Non si è fatta attendere la reazione di Calenda: “No Enrico. In verità eri tu il mio alleato. Buon viaggio e grazie comunque per la disponibilità a discutere”. Intanto PD sigla l’accordo con Impegno Civico di Luigi Di Maio: “Sono molto contento di poter annunciare l’intesa con Impegno civico, per andare insieme negli uninominali della legge elettorale”, ha affermato Enrico Letta, Questi i seggi uninominali il Pd avrà il 92%, Ic l’8%.