Milano, figlio di capo ultras nerazzurro arrestato

62

L’accusa è di tentato omicidio aggravato, lesioni personali aggravate e porto ingiustificato di oggetti atti a offendere.

E’ stato arrestato Alessandro Caravita figlio del leader storico degli ultras nerazzurri, Franco Caravita.

L’accusa è di tentato omicidio aggravato, lesioni personali aggravate e porto ingiustificato di oggetti atti a offendere.

Tutto è accaduto in pieno centro a Milano, durante una rissa il ragazzo sembrerebbe l’aggressore di un 24enne accoltellato nella notte tra il 5 e il 6 giugno.

Si tratta di un 21enne milanese. A individuarlo sono stati i carabinieri del Nucleo operativo della Compagnia Milano Duomo, nel corso di una perquisizione i militari hanno anche sequestrato un coltello a serramanico che potrebbero essere stati utilizzati durante l’accoltellamento.