Messaggio fake su Whatsapp “Ci sono cento positivi”, arrestato l’autore

62

La polizia postale ha individuato l’autore del messaggio che in pochissimo tempo è diventato virale

Nel corso di questi mesi abbiamo assistito a numerose note vocali che giravano da uno smartphone all’altro via Whatsapp, alcune davano per certo la causa della pandemia oppure si scagliavano contro chi era positivo, raccontando la cronistoria di un fatto forse mai esistito. La Polizia di Stato questa volta ha individuato l’autore del messaggio audio diffuso il 21 maggio tramite WhatsApp, in cui l’interlocutore, con toni allarmistici, riferiva di aver appreso da personale sanitario che a Terracina (Latina), a causa della positività al Covid-19 di un medico in servizio presso il reparto di nefrologia e dialisi, circa 100 persone erano state messe in isolamento a seguito dei relativi accertamenti medici.

La notizia è diventata subito virale, destando grave allarme sociale e panico tra la popolazione, con conseguenze negative per il servizio sanitario locale, i cui centralini sono stati subissati di telefonate da parte dell’utenza, al fine di comprendere se la notizia fosse vera e per sanare la preoccupazione di doversi recare in ospedale e contrarre il virus.