Trump minaccia ritorsioni contro Tweeter

60

Il social avrebbe corretto il pensiero del Presidente degli Stati Uniti, innescando l’ira del Tycoon

Ci risiamo, il presidente Donald Trump, dopo Obama e dopo il divieto della convention repubblicana in Carolina del nord, ora minaccia i social. Nello specifico Tweeter. l’onta sarebbe la verifica i applicato una verifica dei fatti a due dei suoi tweet questa settimana.

Come al solito il Presidente Usa non ha lasciato intendere quali azioni presidenziali possa intraprendere.
“I repubblicani ritengono che le piattaforme dei social media mettano completamente a tacere le voci dei conservatori. Le regolamenteremo o le chiuderemo con fermezza, prima di poter permettere che ciò accada”, ha twittato Trump mercoledì. Ha continuato accusando l’industria tecnologica di aver tentato di interferire nelle elezioni del 2016, prima di ripetere un’affermazione infondata sulla frode degli elettori derivante da votazioni per corrispondenza.
“Non possiamo lasciare che le schede di posta elettronica su larga scala attecchiscano nel nostro Paese”, ha twittato Trump. “Sarebbe gratuito per tutti gli imbrogli, la falsificazione e il furto di schede elettorali. Chiunque abbia imbrogliato di più vincerebbe. Allo stesso modo, i social media. Pulire il tuo atto, ORA !!!!”
Facebook e Twitter non hanno risposto immediatamente alle richieste di commento mercoledì.