I militari dell’arma scovano spaccio di droga nel darkweb

62

Sembra un luogo impenetrabile e di sicuro virtuale ma la benemerita è riuscito a fare breccia e arrestando un uomo

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Pavullo nel Frignano, nell’ambito di servizi finalizzati alla prevenzione e repressione del traffico di sostanze stupefacenti e psicotrope, nella tarda mattinata di ieri hanno tratto in arresto un 27enne modenese,  per acquisto illecito di sostanze stupefacenti.


I militari appuravano che il giovane, noto ai militari operanti perché già tratto in arresto per reati di spaccio di sostanze stupefacenti nell’anno 2019, attraverso la rete darknet, aveva acquistato per corrispondenza della sostanza facendolo arrivare attraverso spedizionieri della provincia di Modena, ove lasciava la merce in deposito per il successivo ritivo.
Il giovane ha chiesto ad una amica di andare a ritirare i pacchi in giacenza ad un deposito di spedizioni, ma dallo spedizioniere ha trovato i Carabinieri.  All’atto del controllo, la donna, ignara del contenuto, riferiva immediatamente di essersi recata a ritirare la merce per conto dell’amico, il quale immediatamente ammetteva l’acquisto. 
I pacchi contenevano:


 50 pasticche di exstasy proveniente dalla Germania;
 10 grammi di ketamyna proveniente dall’Inghilterra;
 10 grammi di marijuana proveniente dalla Svizzera