Movida e assembramenti dalla Liguria al Veneto scattano le sanzioni

54

A Sestri Levante si leva la voce del sindaco contro la movida dei giovani

Esplode la movida a Sestri Levante, nella Rivera Ligure di Levante, dove ieri sera si sono riversati centinaia di giovani provenienti dal Tigullio e dal suo entroterra. Presi d’assalto i locali del centro storico.  Difficile gestire la situazione sia per gestori dei locali che per le forze dell’ ordine. La sindaca Valentina Ghio non ha gradito la situazione e si è premurata di comunicare via social il suo disappunto.

“Ragazzi così non va. Dobbiamo farcela insieme. Finalmente possiamo tornare a frequentare i locali di Sestri Levante ma dobbiamo farlo in sicurezza, rispettando tutte e sottolineo tutte le prescrizioni. Mascherine obbligatorie in carrugio e ovunque ci siano persone ravvicinate, distanziamento, no agli assembramenti. Ragazzi, è difficile e siamo tutti stanchi di questa situazione ma se non siamo prudenti il rischio è quello di tornare a chiudere tutto. E nessuno di noi ne ha voglia”. Mentre Sono stati sanzionati per un assembramento in barca in Canal Grande a Venezia in spregio alle direttive Covid-19. E’ accaduto nella notte quando una imbarcazione dei carabinieri che stava effettuando il controllo del territorio ha individuato una barca affollata nei pressi di Palazzo Balbi sede della Regione del Veneto. I militari hanno trovato in una piccola barca da diporto con un numero di persone oltre la capacità della stessa ma anche senza le dotazioni di protezione sanitaria. A bordo giovani, provenienti da Venezia, Padova e Treviso, che dopo aver passato la serata in diversi locali del centro storico lagunare, stavano effettuando un ultimo tour, risultato ‘fatale’ sul Canal Grande, per poi far rientro presso una struttura ricettiva, nel centro cittadino, gestita dal conduttore dell’imbarcazione stessa per passare la notte. Ai giovani è stato contestato dai Carabinieri il mancato rispetto della distanza di sicurezza e il non corretto utilizzo dei dispositivi di protezione individuale.