Licenziato al senato il ddl anticorruzione

Il disegno di legge torna alla Camera

L’aula del Senato ha votato la fiducia posta dal governo sul ddl anticorruzione. I sì sono stati 161, 119 i voti contrari e un astenuto. Il provvedimento torna all’esame della Camera. Il ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede, soddisfatto in una nota parla di “passo avanti molto importante: adesso manca l’approvazione della Camera per cui la maggioranza si impegna entro Natale“. L’approvazione dello ‘Spazzacorrotti’ da parte del Senato “è un messaggio importante – dice Bonafede – C’è uno Stato e un governo dalla parte dei cittadini onesti in questo Paese”.

“Lo abbiamo promesso ai cittadini italiani e andiamo avanti. Oggi lo Spazzacorrotti è stato approvato al Senato e torna alla Camera dei Deputati per la definitiva approvazione – si legge in una nota del M5S – Abbiamo corretto l’emendamento vergognoso sul peculato, che voleva alleggerire la gravità del reato. Stiamo dimostrando che quando c’è la volontà politica una legge non necessita di anni per essere approvata, soprattutto quelle che sono necessarie per la vita democratica del Paese”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.