Di Maio: contratto alla tedesca

Nessun partito e nessuno schieramento dispone da solo dei voti necessari per formare un governo e sostenerlo ed è indispensabile”. Queste le parole di Mattarella

Il capo dello Stato è chiaro, ancora non ha incontrato una forza di maggioranza dalle consultazioni appena terminate. La proposta di Di Maio e l’apertura al Pd – Il quadro  Il capo politico del M5s, Luigi Di Maio ha già fatto intedere chiaramente ad una possibile maggiorana alla tedesca, una valida alternativa. Il dubbio è se allearsi con la Lega o con il Pd. “Le mie aperture sono sincere”, ha spiegato il leader grillino. “Non ho mai voluto spaccare i Dem, mi rivolgo al Pd nella sua interezza, non ci permetteremo mai di interferire nelle loro dinamiche interne”. Una proposta che il centrosinistra non pare intenzionato a valutare:  Martina fa sapere che non vedrà Di Maio. Chi ha vinto le elezioni, ha ribadito il reggente del Pd, “si faccia carico della responsabilità” di governare.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.